Ci sono 1065 Blog di discussione inseriti | Pagine inserite: 54 | Siete a pagina 34

Ciao Gianni
Ci  siamo ritrovati nella stupenda Abbazia di Sant'Antimo per stare accanto a Laura, che ci aveva chiamato per salutare suo marito Gianni Brunelli. Gianni ci ha lasciato qualche giorno fa dopo aver sofferto e combattuto invano un accidente di male che da qualche tempo lo aveva aggredito. Mi piace ricordarlo con le parole di Adriano Sofri, pubblicate sulla sua piccola nota quotidiana ne Il Foglio. Anche Adriano era  nell'Abbazia assieme a tanti altri amici:
16 novembre 2008
Il figlio di Elvira. Un giovane operaio della Ignis, combattivo e intelligente,
amato dai suoi compagni. Il fondatore di un'osteria a due passi dalla Piazza del
Campo, diventata il luogo prediletto di cittadini senesi e cittadini del mondo
intero. Il cordiale contradaiolo della Tartuca. L'inventore di un Brunello magnifico
e fedele, e di uno speciale Amor Costante. Il ragazzo di Laura: per trentun anni i
due sono stati legati come un aquilone alla mano che tiene il filo: sono stati a
turno la mano e l'aquilone. La persona che ha preso il meglio da Montalcino e da
Siena, e ha restituito loro il meglio di sé. Il fratello minore. Tutto questo è
stato Gianni Brunelli per me, e molto di più. E per innumerevoli altri. Una sera di
dicembre 1985 Franco Fortini gli lasciò, all'uscita dall'Osteria delle Logge, questa
poesia: "Figlio della città che fu del giglio - e vecchio ormai lombardo - voce e
vena cercai quaggiù, gli anni fuggendo, Siena tu, stretta noce, tartùca, gheriglio.
Ma quando ai tuoi miracoli e muraglie fieri i suoi danni inverno iroso piove, la
notte e i fuochi e l'antro aprimi dove i bicchieri arma il Gianni e il
sopracciglio".
Inserito da enzo , domenica 23 novembre 2008 alle 01:06 | Commenti (2)

Serata inaugurale rassegna cinematografica

|
Sabato 22 Novembre, all'Auditorium le Fornaci di Terranuova Bracciolini, sarà inaugurata la nuova rassegna cinematografica  Cinema 9 e ½.

ore 18.00 incontro-dibattito sulle stragi nazifasciste in Toscana
Interverranno:
Gianna Raffaelli, Assessore alla Cultura del Comune di Bucine
Ivano Ferri, Sindaco di Cavriglia
Massimiliano Dindalini, Sindaco di Civitella della Chiana
Salvatore Mannino, giornalista de La Nazione
Claudia Fusani, giornalista de L'Unità e La Repubblica
Filippo Boni, giornalista e autore del libro "Colpire la Comunità". 

Coordina: Enzo Brogi, consigliere regionale

ore 21.00 
presentazioe della programmazione cinematografica dell’Auditorium le Fornaci. 
Mauro Amerighi, Sindaco di Terranuova
Stefania Ippoliti, Direttore della Mediateca Regionale Toscana e
Sergio Albelli, attore del film "Miracolo a Sant'Anna"

A seguire:

proiezione del film MIRACOLO A SANT’ANNA, Regia di Spike Lee

Vi aspetto

Inserito da enzo , mercoledì 19 novembre 2008 alle 22:15 | Commenti (3)

Melchiorre Contena, pastore sardo
Melchiorre Contena pastore condannato all’ergastolo per il sequestro, il 31 Gennaio 1977, dell’imprenditore Marzio Ostini è innocente. La Cassazione dopo trenta anni ne ha riconosciuto l'estraneità ai fatti. Una notizia passata quasi completamente in sordina. Anche io non l’avevo notata. Sono stato poi attratto dal nome dell’imprenditore perchè aveva delle ingenti proprietà fondiarie nel Comune di Cavriglia ed in quegli anni, per motivi sindacali, lo avevo incontrato. Fu sequestrato e, nonostante un riscatto pagato, mai più trovato, una vicenda che segnò molto anche le sorti di quelle proprietà ed il loro seguente sviluppo. Attorno al sequestro vi fu una complessa vicenda giudiziaria fatta di processi e anche di omicidi che negli anni coinvolsero alcuni “attori” di quel drammatico sequestro. Ma alla fine Melchiorre Contena, indicato da un pentito, dopo aver fatto 30 anni di carcere è stato assolto con totale certezza di estraneità ai fatti. Riflettevo sui tanti che invocano la pena di morte….
Inserito da enzo , lunedì 17 novembre 2008 alle 14:03 | Commenti (3)

Una storia amara

Sono amareggiato, deluso e anche arrabbiato.
Cavriglia sulle pagine di cronaca con una storia inaccettabile.
Una vicenda che rompe all'improvviso sulla garanzia delle istituzioni, sull'impegno collettivo, sul rispetto e l'orgoglio per la cosa pubblica, quella della nostra comunità.
E tutto ciò fa più male quando ad esserne responsabili sembra ormai certo che siano le persone con cui hai lavorato per anni contando sulla loro professionalità, la loro etica, la loro correttezza.
Costretto oggi a credere che per tanto tempo avrebbero sottratto soldi dei cittadini, dei nostri concittadini.
Ma ancor prima hanno rubato la stima che avevi per loro, la fiducia che non gli avevi fatto mai mancare, che sembrava essere reciproca.
Un furto che lascia davvero tanto amaro in bocca.
Certo, si poteva controllare meglio (c'è sempre la possibilità di far meglio!) e vi erano livelli superiori di controllo. Ma in casi come questo, quando sui semplici ed ancora antiquati strumenti di piccole amministrazioni si assommano gestioni relativamente complesse, anche a causa dei nostri numerosi cimiteri e delle variegate metodologie di tumulazione, tutto diventa assai complicato. Soprattutto quando pare che si siano trattenute modeste somme lentamente, un po’ per volta, spalmandone gli ammanchi negli anni. Bene ha fatto la nostra amministrazione comunale a rivolgersi all'autorità giudiziaria non appena sono affiorate presunte irregolarità.
Ma quel che resta e quel che pare  certo è che adesso, nelle casse del comune, mancano i soldi perché non avevi fatto i conti con la miseria di coscienza.
Per controllare meglio, per rifare i conti, occorre forse ripartire anche proprio da qui. Vorrei ancora pensare che tutto ciò  non appartenesse alla amara verità.

 

Inserito da enzo , venerdì 14 novembre 2008 alle 20:15 | Commenti (2)

Ma chi è Capodiavolo?


Siete ancora in tempo.
Alessandro Benvenuti e il suo “Capodiavolo”
saranno queste sere al teatro Puccini di Firenze. Fino a domenica.
Le canzoni tirate finalmente fuori dal cassetto, i monologhi arguti e divertenti, la musica di un'amicizia con Banda Improvvisa. Ecco come nasce uno spettacolo davvero originale. Se potete andate a vederlo...e magari fatevi conquistare anche dal libro Capodiavolo edito dalla Morgana dove troverete  testi e cd con le canzoni dello spettacolo, ma anche pioacevoli scritti di amici, testimoni li chiama Alessandro, compreso il mio.

Inserito da enzo , giovedì 13 novembre 2008 alle 16:49 | Commenti (8)

Il Presidente Lula

In questi giorni di visita del Presidente del Brasile Lula, mi piace ricordare il giorno in cui anch'io ed il chitarrista dei Negrita Cesare Petrich abbiamo incontrato il Presidente a Brasilia, parlammo di cultura e musica. Ci ricordò quando giovanuissimo suonava il fricorno nella banda del suo paese. Un incontro bello e nitido nella mia memoria.

Inserito da enzo , mercoledì 12 novembre 2008 alle 10:52 | Commenti (8)

Già detto, faccio il consigliere regionale
Mi dispiace, ma è accaduto più volte nelle ultime settimane: parlo con un giornalista e la mattina successiva leggo cose che non mi piacciono, ma soprattutto – cosa ben più seria – leggo cose che non pensavo di aver detto.
Ebbene, poiché non voglio (e non penso di) soffrire della nota malattia berlusconica dell’esser frainteso dalla stampa, vuol dire che questa volta non sono stato capace a farmi capire (cosa grave per chi ha scelto di fare il mio mestiere) ma, purtroppo, è andata così.
Oggi leggo su La Nazione che sarei contro le primarie e che potrei fare il Presidente della Provincia solo se "acclamato" dal PD come unico salvatore.
Non è così. Per fortuna, credete, non è così.
Sono e sarò sempre per le primarie, che ritengo un grande strumento di democrazia e partecipazione per la scelta dei candidati, che consente di individuare chi ha più appeal e radicamento con la comunità, uno strumento che salvaguarda il diritto di selezione dei cittadini e non di conservazione di privilegi e poltrone.
Nella mia esperienza politica ho fatto le primarie più volte, sempre vincendole, anche una famosa volta che ebbero un risultato non proporzionale al successo.
Le ultime primarie a cui ho partecipato sono state tre anni fa per essere eletto al Consiglio Regionale della Toscana, nelle quali ho ottenuto, anche grazie alle persone che hanno lavorato con me, uno straordinario risultato che ancora mi commuove e che mi rende orgoglioso.
La mia ambizione e il mio impegno è rivolto all’essere membro del Consiglio della nostra Regione, impegno che scadrà nel 2010.
Un’ultima precisazione. Alla richiesta del giornalista sulla notizia, che pare circoli sul territorio, di un vasto apprezzamento verso la mia persona come candidato alla presidenza della Provincia, ho semplicemente risposto che tutto ciò mi onora e che, come sono abituato a fare per le altre questioni, ampie e condivise sollecitazioni da parte dei cittadini, non vedrebbero mancare una mia riflessione. Tutto qua.
Inserito da enzo , martedì 11 novembre 2008 alle 12:27 | Commenti (6)

La forza della voce..ciao mamma Miriam
Inserito da enzo , lunedì 10 novembre 2008 alle 08:53 | Commenti (7)

La conferenza del PD di Prato
Ho partecipato alla prima delle due giornate programmatiche del PD toscano. Mi è sembrata proprio una buona occasione per ragionare, ma soprattutto per preparare il futuro della Toscana....soprattutto se riusciamo a porre attenzione e riflettere sugli ottimi spunti ed originali considerazioni che ci sono stati offerti dagli interventi "meno politici". Sarebbe utile rileggere i sondaggi che ci sono stati illustrati e riascoltare e diffondere  alcune delle cose dette nella "tavola rotonda" Tutta la vita davanti,  ma anche da un brillante giovane vecchio Turiddo Campanini.
Inserito da enzo , domenica 9 novembre 2008 alle 20:07 | Commenti (1)

eccoci...





E' "apparso" alla convention democratica del 2004 ed oggi è presidente degli USA e noi siamo ancora con Cossiga, Andreotti, Berlusconi e Gelli...ma anche a chi è più per Veltroni o D'Alema! Grande lezione di democrazia, rinnovamento e dinamicità della politica...
Inserito da enzo , mercoledì 5 novembre 2008 alle 08:26 | Commenti (4)

aspettando un sogno...


Può cambiare la storia.
Se avete un amico in America che ancora non avete sentito fatelo, telefonategli...
Con il fuso orario siamo ancora in tempo!!!

Inserito da enzo , lunedì 3 novembre 2008 alle 12:38 | Commenti (2)

Lettera aperta a Maurizio Belpietro
Egregio Direttore,
lo confesso e faccio outing: sono io un colpevole, regista, complice unico, vero responsabile, scelga lei, della sopravvivenza dell’inutile Centro di Geotecnologie dell’Università di Siena a San Giovanni Valdarno. Un vero e proprio spreco, direttore, una vergogna (grazie a lei) nazionale che grida vendetta. Pensi un po’: il sottoscritto, nella sua veste di consigliere regionale eletto in provincia di Arezzo, ha speso tanto del suo tempo (lautamente indennizzato dai contribuenti) per fare in modo che almeno il corso di laurea di secondo livello potesse rientrare nei limiti imposti dal pericoloso bolscevico ministro Mussi, resosi feroce paladino di tagli che ritenemmo, a suo tempo, a torto, pesanti, visto quello che sta facendo la sua “successora” Gelmini.
Ma non voglio divagare e ritorno al punto, lo ripeto: sono io quel turpe scialacquatore di risorse pubbliche che è riuscito a convincere la Giunta regionale a rinforzare la pattuglia di docenti dello sprechificio del Valdarno.
E sa una cosa, caro Belpietro, la cosa non mi dispiace affatto, non sono pentito e, addirittura, lo rifarei, cioè mi sento pronto a fare tutto ciò che è umanamente e politicamente possibile per far vivere il superfluo Centro di Geotecnologie. E lo sa perché? Perché lei potrà continuare ad additarlo come esempio mirabile di Sprecopoli, potrà utilizzarlo ancora per fiancheggiare nel salotto di Vespa le crociate riformatrici di Maria Stella d’Arco, ma non troverà mai dalla sua parte le centinaia di studenti che hanno frequentato quel bellissimo campus di San Giovanni. Dove hanno studiato e si sono laureati. Come pure non avrà la simpatia dei suoi docenti, delle istituzioni locali, degli enti privati e delle aziende, dei cittadini che hanno visto recuperare una struttura fatiscente ora trasformata in aule, spazi per la formazione, la cultura, la residenza degli studenti, la vita sociale, insomma. E, allora, egregio direttore, se questi sono gli sprechi e le inutilità da tagliare per il futuro le consiglio (se mi consente e come minimo) di circondarsi di informatori e consiglieri ben più ferrati in materia, che con ogni probabilità, San Giovanni Valdarno non sanno nemmeno in quale parte del mondo si trova, nonostante vi sia nato Masaccio, ma si sa in questi tempi di veline è poca cosa!

L'articolo pubblicato da Panorama
>>>
Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:35 | Commenti (7)

L'uomo che doveva uccidere Mao

Sei invitato
alla presentazione del libro:

 

 

L'uomo che doveva uccidere Mao
di
Barbara Alighiero

Giovedì 6 novembre 2008
ore 16,30

Firenze, Sala Gonfalone del Consiglio Regionale
Via Cavour 4

Interverranno:
Angela Staude Terzani
scrittrice e giornalista
Hongyu Lin
assessore ai rapporti con la comunità cinese del comune di Campi Bisenzio
Enzo Brogi
consigliere regionale

letture di brani del romanzo
a cura di
Italo Dall'Orto
attore e regista

sarà presente l'autrice

>>> scarica l'invito

“Il cielo, nell'oscurità senza luci, sfavillava di stelle: un'esuberanza che solo Pechino sapeva regalare nelle sere di autunno, quando l'aria rinfrescava, i cachi maturavano, le pannocchie di mais appena colte coloravano di giallo i tetti delle case nelle campagne e i ginko sulle colline dell'Ovest diventavano rosso fuoco. Riva venne condotto in una piccola stanza. Una donna giovanissima, una bambina si sarebbe detto, registrò con una calligrafia ordinata il suo arrivo e le generalità su un foglio in una cartellina di cartone rosso, con la scritta Gong An, Pubblica Sicurezza. Si fece consegnare la cintura, la cravatta, le chiavi l'orologio e i pochi soldi che Riva aveva in tasca, annotò ogni cosa su una lista e gli chiese di firmare”. B. Alighiero
Siamo a Pechino nel 1950, quattro giorni prima del primo anniversario della proclamazione della Repubblica Popolare. Antonio Riva è l’italiano ex fascista accusato di un complotto per uccidere il Presidente Mao Zedong. Invenzione del regime? 
In occasione del mio viaggio in Cina ad inizio ottobre ho conosciuto Barbara Alighiero, preziosa scrittrice e giornalista, attualmente direttrice dell’Istituto Italiano di cultura a Pechino. Mi ha raccontato di questo suo recente libro, romanzo e reportage di una vicenda che ancora attende una verità, e della sua voglia di non far dimenticare questa storia. 
Ne discuteremo con lei, con Angela Terzani e con Hongyu Lin, prima assessore cinese in Italia. Italo Dall’Orto, ci introdurrà con la lettura di alcuni brani del testo.
Credo che sia una storia da cui vale la pena lasciarsi appassionare, un libro che vale la pena leggere, una scrittrice che vale la pena conoscere.
Tutto questo sarà possibile giovedì sera. Spero di incontrarvi.
(..)"Non la sostanza, ma l'apparenza della realtà. Non la verità, che si può modificare a piacere, ritoccare come una fotografia, negare, cancellare, rifare, ricostruire, plasmare a ogni esigenza. Rielaborare adattandola alla necessità". Dimenticare".

Barbara Alighiero è attualmente direttore dell'Ististuto Italiano di Cultura a Pechino. Sinologa, laureata a Roma in Storia della Cina, dove ha vissuto per vent'anni in tre periodi diversi, fino al 2001, come responsabile dell'ufficio Ansa. E' stata inviata in Afghanistan e Medio Oriente e capo dell'ufficio Ansa del Cairo. Il materiale storico su cui si basa il libro è frutto di approfondite ricerche presso gli archivi del Ministero degli Esteri e dell'Aeronautica italiana, mentre altri dati sono stati tratti da diari e racconti di missionari, testimonianze di diplomatici italiani e articoli di giornali cinesi e occidentali dell'epoca.

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:33 | Commenti (0)

Capodiavolo


Sandrone è ufficialmente cantante.
Mercoledì 12 alle ore 18:00 presenteremo, il libro e il cd delle canzoni del suo concerto spettacolo “Capodiavolo”.
Lo faremo con lui e con Igor Vazzaz.

Un cd con i brani inediti che potremo ascoltare al Teatro Puccini dall'11 al 16 novembre. Un libro con i testi delle canzoni, i disegni del cantante, le storie e le emozioni che, per colpa di questo genio, tanti amici hanno voluto raccontare. Ehm…. Anch’io non ho potuto farne a meno!
Vi aspetto… credo che ci sarà anche qualche sorpresa.
Non è un concerto vero e proprio. "È il racconto di vita di un artista in tournée che attraverso le parti recitate, ora in forma di monologo, ora attraverso il dialogo con i suoi amici musicisti, confessa al pubblico la natura del pedaggio che si paga alla vita per essere quello che il caso lo ha destinato ad essere". Alessandro Benvenuti.
l'invito >>>

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:31 | Commenti (1)

Arte e Musica in Teatro... a Pian di Scò


Lunedì 10 novembre 2008
ore 11,30

Conferenza Stampa
Arte & Musica in Teatro
iniziativa del Comune di Pian di Scò realizzata in collaborazione con le associazioni AICS, CESVOT  e POMODORI MUSIC.

Interverranno:
Enzo Brogi
Consigliere Regionale
Nazzareno Betti
Sindaco del Comune di Pian di Scò
Tommaso Torniai
Assessore alla Cultura
del Comune di Pian di Scò
Andrea Faggi
Presidente dell’ Associazione AICS
Massimiliano Larocca
musicista
Il programma degli appuntamenti  >>>

Presenteremo un'anticipazione invernale del festival estivo che oramai è divenuto un piacevole appuntamento annuale di musica internazionale e che in pochi anni ha proposto buona musica, teatro e delle arti figurative provenienti da tutto il mondo.

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:30 | Commenti (2)

Ma questo... chi è???


E’ arrivato qualche giorno fa sulla mia casella di posta elettronica...
Ma chi è?
Piccola anteprima.

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:29 | Commenti (5)

La regione finanzia giovani ricercatori


Mentre il governo Berlusconi programma gravi e sconsiderati tagli alla ricerca e all’università, la giunta regionale ha deciso di finanziare direttamente contratti di ricerca per giovani laureati. Lo farà con 8 milioni di euro provenienti dal Fondo sociale europeo 2007-2013. Nell’arco di tre anni potranno essere assunti a tempo determinato circa 165 (55 ogni anno) giovani laureati che partecipino a progetti nati dalla collaborazione di università, centri di ricerca, imprese pubbliche e private.
A giorni sarà pubblicato il bando sul Bollettino ufficiale entro il 2008, e sarà uno dei primi a utilizzare i nuovi fondi europei in Toscana. Si tratta di un primo intervento concreto per salvaguardare un patrimonio che rischia di andare perduto.
I ricercatori potranno contare su un compenso pari a circa 40 mila euro l'anno, più elevato (quasi il doppio) dell'assegno di ricerca concesso dall'Università.
I progetti possono essere presentati in diversi ambiti disciplinari: dall'utilizzazione al controllo dell'ambiente, dalla produzione e distribuzione razionale dell'energia alle tecniche di fabbricazione e lavorazione, dalla ricerca spaziale alle scienze e tecnologie dell'educazione, dalle scienze politiche e sociologiche alle tecnologie per i beni culturali all'architettura per il contenimento dei consumi energetici.

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:28 | Commenti (2)

Agricoltura, 130 mila euro di risorse


Sono stati approvati dalla giunta regionale i piani locali di sviluppo rurale per le province di Arezzo, Lucca, Massa Carrrara e Siena (entro novembre si precede l’approvazione anche per le altre province toscane) prevedendo complessivamente risorse pari a 130 milioni di euro per il periodo 2008-2013.
Al territorio aretino saranno destinati 45 milioni di euro. Si tratta di risorse per sostenere l’avvio di nuove imprese agricoli da parte di giovani imprenditori, per migliorare la competitività delle imprese agricole, agroindustriali e forestali, per la diversificazione delle attività produttive, in particolare per l'agriturismo.
I Piani locali di sviluppo rurale sono stati redatti dalle Province di concerto con le Comunità montane, e contengono un'analisi del territorio di competenza, individuano i principali fabbisogni, le strategie prescelte,
l'indicazione dei criteri aggiuntivi di selezione delle operazioni finanziate e delle eventuali ulteriori limitazioni ed esclusioni per l'assegnazione delle risorse ai beneficiari.
Il PLSR per la Provincia di Arezzo >>>

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:27 | Commenti (2)

Bollo auto, si paga di meno con gpl e metano

Dal 1 gennaio 2009 i toscani che viaggeranno con auto a basso impatto ambientale, pagheranno un bollo auto più leggero. 
Nel corso dell'ultima seduta del consiglio regionale è stata approvata, infatti, una proposta di legge con cui si prevede la riduzione del 10 per cento per i veicoli immatricolati come "euro 4" o "euro 5", e per quelli alimentati, in modo esclusivo o doppio, a gas metano, gpl, idrogeno, elettricità. Non solo. Chi acquisterà nel 2009 un'auto nuova "ecologica", a doppia alimentazione (benzina e gas) purché di potenza non superiore ai 100 kw, sarà addirittura esentato dal pagamento bollo per ben cinque annualità. E chi non si può permettere di comprare un’auto nuova?
Le vecchie auto trasformate nel corso del 2009 a Gpl o metano, daranno diritto allo stesso sconto per cinque anni. Quel che conta è la data di collaudo: in questo caso non vale il limite dei 100 kw, ma l'auto deve essere classificata da "euro 2" in su. Saranno esentate dal pagamento anche le autovetture fino ad otto posti e i veicoli merci fino ad  otto tonnellate a doppia alimentazione, benzina e Gpl o benzina e metano.
La riduzione dell'importo della tassa automobilistica rappresenta un fattore incentivante alla sostituzione del parco automobilistico circolante con veicoli ecologici, e quindi una misura di rilevante impatto ambientale ai fini della diminuzione delle emissioni inquinanti.
Il testo della legge >>>

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:25 | Commenti (0)

Nuova legge sull'artigianato


Chi vorrà aprire un’impresa artigiana in Toscana, potrà farlo finalmente in pochi giorni. Con la nuova legge quadro, approvata in Consiglio Regionale si dimenticheranno le decine e decine di atti necessari e autorizzazioni che stavano a monte delle botteghe di arti e mestieri. Pensate un po’: 67 per una lavanderia!
Oggi basterà presentare una singola Dichiarazione di Inizio Attività (DIA) e sarà la Camera di Commercio a svolgere i compiti amministrativi che dovranno seguire alle richieste.
La nostra è la prima regione in Italia che ha previsto la soppressione delle Commissioni Provinciali per l’Artigianato (CPA, organi di autotutela sino ad oggi preposti al riconoscimento della qualifica artigiana) e ridefinito e semplificando il ruolo della Commissione regionale per l’Artigianato (CRTA) riducendo così, come ha detto l’assessore Brenna, oneri e costi per i contribuenti.
Inoltre, per garantire alle imprese un più agevole rapporto con la pubblica amministrazione, sarnno istituiti Centri per lo sviluppo imprenditoriale (CSI) con l'obiettivo specifico di accompagnare la crescita delle imprese artigiane.
La  nuova legge prevede anche la ridefinizione degli interventi di tutela e sostegno all’artigianato artistico e tradizionale; è previsto il riconoscimento di ARTEX - Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana (partecipato dalle associazioni di categoria maggiormente rappresentative delle imprese artigiane), la disciplina del maestro artigiano e della bottega scuola che potrà svolgere attività di docenza e di tutor per la formazione pratica degli allievi nei corsi organizzati dai soggetti accreditati o dalle stesse botteghe e la soppressione dei consorzi di tutela (ad oggi mai costituiti) cercando di contenere fenomeni di proliferazione di marchi, nella convinzione che questo non conferisca vantaggi competitivi alle imprese, se non a costo di ingenti investimenti per promuoverli, investimenti non realizzabili nel quadro delle attuali disponibilità finanziarie.
Insomma, con la nuova legge, meno burocrazia e più promozione per scendere in bottega!
Credo che sia una buona cosa.
il testo della legge >>>

Inserito da enzo , domenica 2 novembre 2008 alle 23:23 | Commenti (2)

Page:  << Prev  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34 35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  Next >>
Torna in Home Page