Ci sono 1065 Blog di discussione inseriti | Pagine inserite: 54 | Siete a pagina 43

Una buona settimana a tutti


E' cominciata la "Settimana della Cultura" promossa su tutto il territorio nazionale dal Ministero dei Beni Culturali. Fino al 31 marzo, tutti i luoghi d’arte statali (monumenti, musei, aree archeologiche) saranno aperti gratuitamente e non mancheranno mostre, convegni, spettacoli di vario genere. Una bella occasione per conoscere meglio e godere il nostro patrimonio culturale ed artistico! Diffonderne la conoscenza credo che sia anche il miglior modo per incentivarne la valorizzazione e la tutela, oltre che per riaffermare la cultura come risorsa indispensabile alla crescita e allo sviluppo di una comunità.
L'elenco degli eventi culturali previsti in Toscana si può consultare qui  >>>
Interessante è anche la proposta sul cinema, che prevede per il 27 marzo, ingressi al costo di 1 euro.
Ho trovato l'elenco delle sale cinematografiche che hanno aderito all'iniziativa nella nostra regione... >>>

Inserito da enzo , mercoledì 26 marzo 2008 alle 00:49 | Commenti (8)

Lettera di Sofri a Giuliano Ferrara


 


Chi apprezza leggere le cose che scrive Adriano Sofri, non può farsi sfuggire l’agile pamphlet edito celermente da Sellerio in cui Sofri ha pubblicato una lunga, pungente e severa lettera all’amico direttore de Il Foglio, Giuliano Ferrara. Una demolizione raffinata e sistematica della recente ed elettorale “conversione” alla vita di Ferrara. L´aborto scandalo supremo del nostro tempo? Sofri, che tra l'altro tiene una rubrica proprio sul Foglio, fa fatica a crederlo. Non apprezza, anzi si sente ferito, dal paragone con altri genocidi, addirittura con la Shoah. Gli appare offensivo o solo cattiva retorica. "No, un embrione abortito non è certo la cosa più brutta al mondo e - se proprio si sceglie il comparativismo dell´orrore - la cosa più brutta è un bambino nato che muore di fame, o ucciso dall´abbandono o dalla violenza". Insomma una buona, interessante lettura. In questi giorni di break pasquale, portatevelo con voi.

Inserito da enzo , giovedì 20 marzo 2008 alle 05:26 | Commenti (8)

Se ci fosse la luce sarebbe bellissimo

 Se ci fosse la luce sarebbe bellissimo, lo scrive Aldo Moro nell’ultima appassionata, tenera e tristissima, lettera alla sua moglie Eleonora. Sento forte, come molto di quello che stiamo costruendo con il PD, affondi proprio nel lavoro che Aldo Moro, con Enrico Berlinguer, stava tentando di costruire quando - proprio il 16 marzo di trenta anni fa  - si consumò quella strage con l’assassinio della sua scorta che si concluse, dopo 55 terribili, interminabili giorni, con il cadavere di Moro restituito nel baule di una Renault 4 in Via Castani nel centro di Roma. Momenti terribili ed in gran parte ancora oscuri che dopo trenta anni indignano e chiedono verità.

Se ci fosse la luce sarebbe bellissimo, Moro lo scrive pensando al Paradiso, al luogo dove lui, uomo con il dono della fede, sente di andare e dove un giorno si domanda come potrà vedere lì i suoi cari.

Se ci fosse la luce sarebbe bellissimo, avranno pensato così anche le decine di monaci e cittadini di Lhasa, anche loro uomini con il dono della fede, che sono stati assassinati in questi giorni dalle repressioni violente del potere cinese in Tibet, seguite ad anni di occupazioni che ne hanno modificato forzatamente cultura e costumi. "Un genocidio culturale" ha condannato il Dalai lama dal suo esilio forzato. Un pensiero forte ed indignato va anche a questi terribili fatti. E' davvero difficile pensare che tra poche settimane il popolo delle stragi buddiste e del più alto ricorso alla pena di morte, possa ospitare gli atleti di tutto il mondo...

 

Inserito da enzo , domenica 16 marzo 2008 alle 20:59 | Commenti (13)

Non ci sto a questa filastrocca!
In seguito all'articolo pubblicato ieri da La Nazione (>>>leggi) ho ritenuto necessario inviare una risposta alla redazione:
"Il Valdarno è sicuramente una terra con un enorme patrimonio storico, economico e culturale, anche se talvolta soffre di eccessiva frammentazione tra i suoi livelli di programmazione e di governo. Questa sofferenza può portare la nostra realtà a non essere sempre rappresentata come meriterebbe, ma è ancor più vero che questa nostra terra necessita di avere nelle istituzioni voci che siano espressione della interezza di tutte le sue valli. Guai continuare a pensare alla limitatezza dei campanili e delle valli!
E questo vale non solo per il Parlamento della Repubblica.
Ma se tutto ciò può essere ascritto a considerazioni del tutto soggettive, c’è un passaggio successivo dell’articolo, da voi oggi pubblicato, sul quale invece tengo a fare qualche precisazione.
Si dice che io avrei chiesto le primarie per “incassare” il consenso che godo nella vallata e che tra un po’, qualora qualcuno mi “scalzasse” dal seggio regionale potrebbe comunque aprirsi la prospettiva di una Presidenza.
Non ci sto a questa filastrocca!
Con Giacomo Gambassi siamo amici, mi conosce bene e da anni, così come tanti vostri giornalisti e, quel che più conta, tanti cittadini.
Già prima delle consultazioni per le candidature del PD, avevo pubblicato nel mio >>>blog (per l’esattezza in data 14 febbraio) e inviato alla stampa (inclusa la vostra redazione) la seguente dichiarazione: “Ringrazio coloro che in questi giorni, pensando che la mia insistenza per le primarie fosse motivata da una qualche mio desiderio di competizione, mi hanno incoraggiato ad aderirvi (...) ma ritengo che il mio impegno debba trovare ancora soddisfazione dentro il mandato che mi è stato affidato con la elezione a Consigliere Regionale”.
Questo era ed è il mio pensiero.
Per quanto attiene invece alle “Presidenze”, mi piace ricordare che quando ho terminato il mio mandato di Sindaco, svolto con un consenso elettorale elevatissimo (il sindaco più votato) non ho chiesto poltrone o presidenze, ma sono tornato nel mio posto di lavoro alla miniera di S. Barbara. Solamente dopo un anno e mezzo, e dopo aver partecipato alle primarie raccogliendo, fra i massimi consensi nella Regione, ho accettato di svolgere il mandato di Consigliere regionale. Ritengo che in qualsiasi tipo di lavoro debbano essere premiati la passione, il talento e l’onestà. Non sopporto i portatori di rendite ed i garantiti perenni, compresi i politici a vita!
Sono sempre stato convinto della professionalità della vostra redazione, e mi spiace veder banalizzare il mio appello alle primarie (metodo che chiedo da anni) in difesa del diritto dei cittadini a scegliere i loro rappresentanti nelle istituzioni, con misere ambizioni personali di posizionamento". 13/03/2008
Inserito da enzo , venerdì 14 marzo 2008 alle 15:24 | Commenti (1)

C'è un vento nuovo in Europa

"Due risultati molto importanti, che se vogliamo sommare a quello che succede negli Stati Uniti dicono che sta spirando un vento nuovo in Europa". Non può che esserci entusiasmo per i risultati elettorali di questi giorni: la vittoria di Zapatero in Spagna e la sconfitta di Sarkozy in Francia. "Con Kennedy ci fu il centrosinistra in Italia e Brandt in Germania. Con Clinton c'e' stata una stagione di vittorie in tutta Europa: Blair, noi, la Francia. Adesso sta succedendo qualcosa di simile", afferma il leader del Pd, convinto che anche in Italia si stia aprendo una nuova stagione. Dalla politica di Zapatero si puo' imparare ad essere "realisti e innovatori, avere quella sana radicalita' del riformismo". Anche questa volta sono molto concorde con ciò che afferma Walter Veltroni!
                                           ****************
A cercare bene, si può fare di meglio. Ma la prima selezione di candidati illustri del PdL operata da Mantellini è già notevole:
Nino Strano (il mangiatore di mortadella)
Diana de Feo (la moglie di Emilio Fede)
Renato Speciale (quello degli elicotteri militari come i taxi) 
Renato Farina (l'agente Betulla giornalista reoconfesso al soldo dei servizi)

Inserito da enzo , mercoledì 12 marzo 2008 alle 05:28 | Commenti (4)

La Cina a palazzo Strozzi in Firenze


Ho avuto l’opportunità di partecipare alla inaugurazione della mostra sui capolavori, mai visti in Europa, provenienti dalla Cina e risalenti alla dinastia Tang. La mostra, ben allestita nella splendida cornice di Palazzo Strozzi a Firenze è una spettacolare celebrazione dell'Età dell'Oro della Cina, con oltre cento capolavori: rari affreschi, spettacolari sculture, fini oggetti d'oro e d'argento, preziose ceramiche e tanti altri oggetti di grande rarità.
Ho letto che l’epoca Tang fu un periodo di rinascimento delle arti, delle arti applicate e della letteratura, un'epoca di grande sviluppo sociale, economico e culturale per la Cina. Periodo dalle grandi influenze straniere che produssero anche uno fortet cosmopolitismo, sottolineandone anche la spiccata tolleranza. Mi piace consigliarvela!
>>>http://www.cinamaivistafirenze.it/

Inserito da enzo , lunedì 10 marzo 2008 alle 17:18 | Commenti (4)

Non fermiamo i "lavori in corso"!
Leggo, leggo… le cose che mi scrivete! Le leggo e le rimugino. Qualche volta mi fanno arrabbiare, altre mi fanno piacere, comunque tutte mi sono utili.
E' l'occasione per rispondere a David, ma anche per ringraziare tutti coloro che leggono e che lasciano commenti ai miei post.
Le mie risposte le trovate, talvolta nei post successivi. Nel senso che scrivo cercando di tener conto delle cose che mi sono arrivate e che ho letto, delle telefonate che ho ricevuto, delle persone che ho ascoltato, incontrato, dei pensieri che mi attraversano in quel momento.
Quando scrivete direttamente alla mia mail allora vi contatto direttamente...ma preferisco che il nostro punto di incontro sia il blog, perché lì possiamo partecipare e intervenire tutti quanti.
Nel merito delle questioni che mi state ponendo questi giorni, credo che abbiate compreso quanto anch'io sia fermamente convinto che la scelta dei canditati avrebbe dovuto essere preceduta da un'ampia consultazione dei cittadini attraverso il meccanismo delle primarie. L'ho scritto in diversi miei post così come in numerose dichiarazioni alla stampa.
Detto questo, credo che tutti noi abbiamo il dovere di accompagnare con il nostro contributo, critico ma costruttivo, il processo, non ancora concluso, di formazione del partito democratico. Questo può significare dover ingoiare ancora qualche regola impropria qualche "bilancino" – legittime le lamentele! - ma penso che valga la pena non fermare la spinta innovativa che Veltroni ha innescato.
Siamo nel pieno dei "lavori in corso"...
Non possiamo disconoscere gli sforzi che sono stati compiuti (vi segnalo, ad esempio quanto dichiarato alla stampa da Dario Franceschini! >>>leggi) anche se tutto ciò non ci rende soddisfatti, a partire proprio dalla nostra Toscana.
Ora però dobbiamo concentrarci sul programma e sulle risposte da dare al nostro Paese, se vogliamo che sia davvero la politica, a dettare le regole... e non più il contrario!!!
Io mi batterò per questo... contando anche sul contributo, le sollecitazioni e i preziosi minuti che mi dedicherete tutti voi!
Inserito da enzo , venerdì 7 marzo 2008 alle 12:53 | Commenti (4)

YES, WE CAN...





 

“Si sente un'aria del tutto nuova. C'è qualcosa che i sondaggi non misurano, un desiderio di novità che noi intercettiamo”.
Sono le parole di Walter Veltroni, ma anche quelle che sembrano ben descrivere le sensazioni che in molti stiamo vivendo.
I verdi pullman dalla doppia V hanno attraversato in questi giorni la Toscana.
Piazze gremite, giovani, entusiasmo ed un grande clima di partecipazione. Soprattutto tante facce nuove. Emozioni rare in questi tempi di sfiducia e di antipolitica.
Parole convincenti per un paese che ha bisogno di cambiare, che deve diventare più moderno e tornare finalmente a crescere. Veltroni non parla solamente al suo popolo, fa breccia nel Paese, crescono i suoi consensi, trovano apprezzamenti i punti del suo programma. E’ ciò che restituisce la credibilità che si è guadagnato in questi lunghi anni di impegno politico, amministrativo, sociale e culturale.
In questi mesi, qualcosa sta davvero cambiando.
Negli Stati Uniti un giovane politico di colore, conquista il cuore del popolo americano rimontando la favorita Hillary. Qualcuno lo definisce già il nuovo Kennedy che l’America attendeva, ma quel che è certo è che la corsa alla Casa Bianca si sta connotando come una fra le sfide più avvincenti e partecipate.
E nel nostro paese, dopo il clamoroso crollo del governo di centrosinistra, Walter Veltroni è riuscito a rianimare e ricompattare il Pd, a recuperare e riaprire una partita che fino a qualche giorno fa sembrava inutile.
Questo è anche il vento che soffia e assopisce l'amarezza, che ancora si respira tra i fondatori del PD, per le mancate primarie e per i malevoli riflussi che questo evento ha generato. Peccato, se le avessimo fatte ci sarebbe stato il completamento di un percorso partecipativo e democratico davvero da partito nuovo. Un partito che avrebbe avuto meno P, ma una grande D!
Ma ora è il momento di lavorare, di far tornare al centro quella politica che sembrava aver abbandonato il Paese. Il nostro progetto dovrà essere all'altezza dei tanti problemi che urgono risposte celeri e condivise.
Anche i nostri candidati dovranno dare, dalla prossima settimana, segnali forti di impegno, ascolto e condivisione della grande responsabilità che hanno assunto, direttamente con Walter Veltroni. Sono contento che tra di loro ci sia Donella Mattesini, conosco da anni la sua generosità ed il suo impegno, mi fido di lei!

Inserito da enzo , lunedì 3 marzo 2008 alle 13:21 | Commenti (9)

Poeti si nasce… a Pian di Scò


Per tanti di noi, dopo averne studiata un po’ a scuola, non rimane molta voglia di continuare a leggere poesie a casa, nelle pause di lavoro o in treno…
Anzi, spesso prevale un’idea che si tratti di cosa noiosa.
Ho la sensazione che ci perdiamo qualcosa.
Ancora più rare sono le occasioni che ci permettono di provare ad esprimere la “nostra” poesia.
E difficilmente sappiamo dire chi siano oggi i poeti e che faccia abbiano. Eppure la poesia si trova dappertutto. Nella musica come in una bella scultura, nei colori di un bosco come nello sguardo di un figlio… Bisogna raccoglierla!
Per questo ho trovato interessante l’idea del Comune di Pian di Scò, di proporre un lavoro sulla poesia proprio a cominciare dai più piccoli. Addirittura di crearne un evento con un concorso.
Volentieri parteciperò Sabato 8 marzo alla premiazione di questi “poeti in erba” che sicuramente, con molta semplicità, sapranno regalarci tante emozioni…

>>> invito

Inserito da enzo , lunedì 3 marzo 2008 alle 13:02 | Commenti (4)

“Testimonianze” per la musica


Amici, musicisti, esperti, cultori della musica.
Severino Saccardi, direttore di "Testimonianze", ha chiamato tutti a raccolta per la progettazione e la stesura di un numero monotematico della rivista fondata da Ernesto Balducci, dedicato alla musica. Anch’io, sono stato coinvolto.
Pagine dove si incontrano le storie, le conoscenze, le emozioni, gli approfondimenti, legati a quella che proprio Saccardi chiama “una vera e propria rivoluzione” dell'ambito musicale, “da cui sono derivate contaminazioni di generi, alfabeti e stili e la rimessa in discussione della distinzione, in un contesto specifico, fra cultura "alta" e cultura "bassa"”.
Un esperimento editoriale che propone la musica nella sua dimensione di linguaggio universale in cui si specchiano le diverse sensibilità e culture. Ma anche un’occasione per coglierne il valore espressivo, di coinvolgimento sociale e persino terapeutico. E, non ultimo, il forte intreccio del genere musicale con la poesia che, come ben ci spiega il contributo di Beccastrini, esiste da sempre, nonostante la superficiale contrapposizione che ne fa Bruno (Gassman) nel film Il sorpasso (1962) con la frase “Però, la poesia non mi convince, preferisco la musica…”.
Ne parleremo, con Saccardi, Fulvio Paloscia, Cesare Bindi, Venerdì 7 marzo alle ore 17,00, al Teatro della Pergola di Firenze.
Ma lo faremo assieme alla musica di Nicola Costanti, giovane cantautore e vincitore di due premi Tenco, all'arpa celtica di Stefano Corsi (Whisky Trail) e al Coro dei minatori amiatini.
Vi aspetto… credo che sarà un incontro interessante e divertente!
>>> programma

Inserito da enzo , lunedì 3 marzo 2008 alle 12:30 | Commenti (3)

Ricordando Giglia Tedesco


Mi è certamente di conforto ricordare che la nostra storia, anche quella del nostro territorio, e la nostra democrazia, siano maturate nella passione e nella straordinaria intelligenza di chi, come Giglia Tedesco, ha voluto sempre anteporre, con grande dignità, l’uguaglianza, i diritti, il senso del collettivo.
Trovo molto attuale il suo modo di interpretare i cambiamenti sociali e di impegnarsi, nel partito come nelle istituzioni con elevata coerenza, a partire dal suo porsi, come credente, in una dimensione laica e mai ideologica.
Martedì 4 marzo alle ore 16,30 ci incontreremo ad Arezzo per condividere insieme un ricordo che sicuramente rende orgoglio alla nostra memoria.
"Dal Pci ho imparato che il noi è più importante dell'io".
"Da mio marito ho imparato che bisogna guardare al futuro, alle cose che bisogna fare".
"Dal movimento delle donne, che bisogna sempre partire dalla propria esperienza. Che è una risorsa insostituibile"

Queste sono le tre cose che lei disse di aver imparato.
A me piacerebbe che oggi ne imparassimo una soltanto: a condividerne l’essenza.

>>> programma

Inserito da enzo , lunedì 3 marzo 2008 alle 01:58 | Commenti (4)

Pronto soccorso: non più di un’ora di attesa


Sono stati stanziati circa 75 milioni di euro per migliorare e potenziare i servizi di pronto soccorso in Toscana.
L’assessorato alla sanità si è mosso in questa direzione, chiamando tutti i direttori delle aziende sanitarie a recarsi personalmente al pronto soccorso, assistere alla reale condizione di operatività del servizio, e porre rimedio, anche con interventi straordinari, alle situazioni di criticità e disagio.
Intanto, entro un’ora dall’accoglienza, anche gli accessi classificati come verdi dovranno ricevere una valutazione da un medico della struttura. E comunque, il tempo di permanenza nel pronto soccorso, per i cittadini non indirizzati al ricovero o all’osservazione breve non dovrà superare le quattro ore dall’accettazione amministrativa.
La parte più consistente delle risorse finanziarie sarà destinata ad interventi strutturali, tecnologici, oltre che all’acquisto di apparecchiature e impianti necessari. Dieci milioni di euro saranno invece disponibili per l’assunzione di personale medico ed infermieristico nei dipartimenti di emergenza carenti e per la predisposizione di punti visita.
Credo che questa possa essere una buona occasione anche per l’Ospedale della Gruccia di San Giovanni Valdarno. Sono certo che non tarderà ad arrivare la presentazione di un valido progetto per dare migliori le risposte alle emergenze dei cittadini…

>>> il testo approvato dalla giunta

Inserito da enzo , lunedì 3 marzo 2008 alle 01:35 | Commenti (3)

Latte e frutta biologica a scuola


Arriveranno presto, nelle scuole toscane, distributori di latte e frutta biologica. La Regione ha deciso di finanziare il 90% del loro costo con l’obiettivo di garantirne la massima diffusione. Le mense dei Comuni, degli ospedali e delle università che inseriranno nei loro menu prodotti biologici, di agricoltura integrata o prodotti tipici potranno beneficiare di un contributo pari al 60% dell’importo complessivo.
Il nuovo bando sulla L.R. 27 del 2002 sarà finanziato con 800 mila euro e si propone anche l’obiettivo di favorire il consumo dei prodotti del territorio. Potranno, infatti, ricevere contribuiti quelle mense che decideranno di servirsi della rete distributiva diretta - basata cioè su un rapporto ravvicinato tra produttore e consumatore – garantendo agli utenti notevoli vantaggi in termini di costi e garanzie di genuinità del prodotto.
Considerata la criticità della fascia giovanile, ancora troppo poco educata e attenta ad un’alimentazione sana e corretta, ritengo che adottare interventi sui menu delle mense scolastiche possa essere un buon punto di partenza.
A questo, spero che si aggiunga sempre, per i nostri ragazzi, un po’ meno tv… e un po’ più movimento!

>>> il testo approvato dalla giunta regionale

Inserito da enzo , lunedì 3 marzo 2008 alle 01:10 | Commenti (1)

Approvata una nuova legge sugli appalti


Dopo una sentenza della Corte Costituzionale che aveva sancito la competenza statale di parti significative del provvedimento presentato a giugno – come quella dei subappalti – è stato approvato, nella scorsa seduta del Consiglio Regionale, un nuovo testo di legge in materia di appalti pubblici che vuole essere un utile strumento per garantire alle imprese, ai lavoratori e alle pubbliche amministrazioni, trasparenza sicurezza e legalità.Il nuovo provvedimento ha mantenuto, infatti, l’obbligo, per le stazioni appaltanti, di valutare le offerte sulla base delle misure e dei requisiti di sicurezza, di compiere una verifica dell'idoneità tecnico professionale dell'impresa provvisoriamente aggiudicataria e di accertare la regolarità contributiva e assicurativa.
Sul piano dei subappalti, dopo lo stralcio dalla parte ritenuta incostituzionale, restano comunque validi gli articoli che rafforzano i poteri delle stazioni appaltanti sulle imprese subappaltatrici e quelli che disciplinano la sicurezza dei cantieri.
Un lavoro compiuto anche con l’auspicio che queste disposizioni, sebbene previste esplicitamente per i contratti pubblici, possano in qualche misura diventare un riferimento anche per il settore privato, dove purtroppo si registrano ancora molti, troppi, incidenti e infortuni.
Interessante è stata anche la previsioni di incentivi per i cosiddetti “acquisti verdi”, forniture nelle pubbliche amministrazioni di prodotti derivanti da materiali riciclati. Un modo per dare impulso al mercato dei prodotti riciclati ed incrementare la raccolta differenziata.

>>> il nuovo testo di legge

 

Inserito da enzo , lunedì 3 marzo 2008 alle 00:46 | Commenti (1519)

No ai tagli del polo universitario del Valdarno


Ho presentato un’interrogazione in Consiglio Regionale per chiedere alla Giunta di intervenire contro i rischi di ridimensionamento del polo universitario del Valdarno, che potrebbero derivare da una penalizzante applicazione del recente decreto ministeriale sul numero minino di docenti per corso di laurea oltre che, da orientamenti di alcuni ambienti accademici.
Una conseguenza da scongiurare, considerato che il CGT rappresenta, nel nostro territorio, una realtà formativa di ottimo livello. Ne sono testimonianza la costante crescita del numero di iscritti e la provenienza di un’elevata percentuale di studenti da fuori regione.
Il centro, grazie allo sforzo di un vivace gruppo di giovani docenti che hanno scelto di reinvestire tutti i proventi economici del loro lavoro, riesce attraverso attività di ricerca documentata da centinaia di pubblicazioni ad autofinanziarsi quasi per intero. Mi sembrano motivi più che sufficienti per pretendere che in questa battaglia, non siano lasciati soli.

>>> il testo dell'interrogazione
>>> appello in Regione per geotecnologie (la Nazione, 1 marzo 2008)



 

Inserito da enzo , giovedì 28 febbraio 2008 alle 23:48 | Commenti (9)

libri per ragazzi
La mia amica Janna Carioli, autrice di programmi e testi per ragazzi, ha lanciato un appello affinchè i giornali diano spazio anche ai libri per ragazzi. Mi pare una buona cosa, se siete d’accordo potete andare un po’ a vedere e, magari a sottoscrivere la petizione sul link:
www.editoriaragazzi.com
Inserito da enzo , mercoledì 27 febbraio 2008 alle 01:52 | Commenti (12)

Serata di solidarietà con Pieraccioni


Stasera a Montevarchi è in programma una serata di solidarietà dedicata alla raccolta di fondi da destinare alla Fondazione Cure2Children, che opera in varie parti del mondo per  estendere ai paesi in via di sviluppo i protocolli, i farmaci, l'esperienza e soprattutto il supporto di un comitato scientifico di rilievo internazionale per la cura del cancro e delle malattie del sangue dei bambini. 
Dopo la proiezione del film “Una moglie bellissima” faremo quattro chiacchere divertenti con Pieraccioni.
>>> leggi il programma della serata
Inserito da enzo , lunedì 25 febbraio 2008 alle 01:40 | Commenti (6)

L'elefante ha partorito un topolino
"I dati che sono stati resi noti e le notizie che provengono da tutta Italia confermano ciò che avevo detto alla vigilia delle primarie: è una grande giornata e una grande festa per la democrazia". Lo disse Walter Veltroni dopo le primarie che lo elessero leader del Partito Democratico.
Più o meno la stessa cosa, è stata detta quando molti cittadini sono andati ad eleggere le Assemblee del Pd fino al livello più basso dei Circoli.
Bene, anzi male, quelle affermazioni oggi non possono essere più virgolettate. Nessuno, Veltroni in testa, potrà dirle.
Il popolo dei democratici e delle democratiche ha chiesto a gran voce di poter indicare ancora con le Primarie chi eleggere al Parlamento. Lo ha chiesto con migliaia di firme raccolte, con appelli ed ordini del giorno approvati anche negli ultimi giorni. Purtroppo, si è scelto di “non festeggiare la democrazia” ma di affidare, ancora una volta, la scelta dei nostri rappresentanti agli insopportabili bilancini ed alle sedi politiche ristrette, molto ristrette.
Quanta amarezza in tutto ciò…
Inserito da enzo , giovedì 21 febbraio 2008 alle 16:46 | Commenti (10)

Antartide







Tito Barbini mi ha fatto avere il suo nuovo libro: “Antartide, perdersi e ritrovarsi alla fine del mondo”.
Tito è oramai un viaggiatore esperto, uno di quelli che prende lo zaino e da solo parte per raggiungere i continenti lontani, quelli della suggestione, dei viaggi della nostra fantasia: viaggi intimi che scavano nella cultura, nella memoria e dentro di te.
Tito è un uomo intelligente. E’ stato un autorevole amministratore ed io non sempre sono stato in sintonia col suo fare, col suo dire.
Oggi però mi coinvolge il suo coraggio di intraprendere il cammino in cui perdersi, quasi come fosse immerso in una meditazione.
Un occhio rinnovato che ha imparato a guardare oltre la notorietà, che ha scelto mete più lontane e più profonde.
Adesso è un politico sospeso. E’ distaccato quanto basta, e mi pare, voglia sottrarsi dall’essere attore, neppure interlocutore, ancorché rimanendo un attento osservatore.
Non so perché, ma mi sento più vicino a questo Barbini, mi piace di più e con interesse e piacere mi accingo a leggere il suo nuovo libro.
Mercoledì 5 marzo allo ore 17,00 in Consiglio Regionale sarà l'occasione per parlarne un po' insieme. Siete invitati.

>>> invito


 

Inserito da enzo , mercoledì 20 febbraio 2008 alle 17:03 | Commenti (4)

Attendiamo il Corriere Fiorentino
Sono andato al teatro Verdi di Firenze dove è stato presentato la nuova edizione del Corriere Fiorentino. Una straordinaria partecipazione, che fa ben sperare. Un nuovo giornale del Corriere della Sera per la Toscana. Naturalmente non so come sarà il giornale, né se incontrerà la simpatia dei toscani, ma sono certo che riuscirà ad essere, come Paolo Mieli ed il direttore Paolo Ermini hanno assicurato, una nuova interessante opportunità di riflessione e di arrichimento del dibattito politico, culturale ed informativo per la nostra comunità. Buona fortuna.
Inserito da enzo , martedì 19 febbraio 2008 alle 08:51 | Commenti (3)

Page:  << Prev  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43 44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  Next >>
Torna in Home Page