Ci sono 1065 Blog di discussione inseriti | Pagine inserite: 54 | Siete a pagina 31

Tempo di primarie

Ho sempre creduto sostenuto le primarie. L’ho scritto, l’ho detto, e spesso vi ho partecipato anche come candidato..
Ho sempre pensato che siano un valido strumento per fare campagna elettorale, parlare con i cittadini, ascoltarli e normalmente anche per far emergere il candidato in grado attrarre maggiori consensi. Questo è ciò che penso. E’ altresì vero che ciò che sta accadendo a Firenze e da altre parti per la scelta dei candidati alle prossime amministrative, farebbe cambiare idea anche al più accanito sostenitore!. Per fortuna c’è ancora del buono, a quello voglio guardare e di quello voglio parlare. Mi piace la campagna per la primarie che si sta svolgendo a San Giovanni Valdarno: un dibattito diffuso e partecipato, idee e progetti per un buon programma, candidati individuati dalla comunità, motivati e condivisibili assai. Vinca il migliore! E ancora,  nella nostra provincia, si scegleranno, attraverso le primarie, i candidati a Sindaco per il PD, nei comuni di Monte S. Savino, Subbiamo e Bibbiena.

Per la scelta del candidato alla carica di Presidente della Provincia di Arezzo, invece, è in corso un vivace confronto fra Gilberto Dindalini e Roberto Vasai.

Io avevo scritto che forse sarebbe stata una grande occasione avere una candidatura con “meno vissuto” nel passato dei nostri “ex-partiti” e che fosse, se possibile, ancor più di unità. Immaginavo un candidato più laico dai partiti, proposto da una grande area di cittadini, associazioni, istituzioni, magari una donna... Ma non ci sono state candidature ed allora… evviva Dindalini e Vasai! Sono persone competenti, con ideali forti, che conoscono ed amano il nostro territorio.
Domenica 1 febbraio sarà dunque una giornata importante, un’occasione che tutti sono chiamati a raccogliere. Sarà una bella giornata se il vincitore sarà prima di tutto legittimato da una grande partecipazione.
Se saranno tanti gli elettori…avremo dato più forza ad un’esperienza di democrazia per il nostro territorio e, soprattutto, dopo il risultato, tutti, nessuno escluso, dovremo sentirci impegnati a sostenere il vincitore!

Inserito da enzo , martedì 27 gennaio 2009 alle 23:36 - Commenti (5)

Legge per la musica: al via le consultazioni

UNA LEGGE PER LA MUSICA....ADERISCI!!
Nei prossimi giorni avvieremo, in Commissione Cultura, le consultazioni sulla proposta di legge per la musica popolare contemporanea. Ascolteremo le opinioni di operatori, musicisti, esperti, organizzatori di eventi dando inizio un percorso istituzionale di approfondimento, modifiche e discussione sul testo della proposta.

Naturalmente daremo conto di tutto ciò sul sito www.unaleggeperlamusica.it dove proprio in questi giorni abbiamo attivato anche uno spazio blog per raccogliere le vostre osservazioni e i vostri contributi.

Cliccate subito... e scrivete!


A proposito... vi ricordo anche che è stato posticipato al 15 febbraio il termine d’iscrizione a T-Rumors, selezione per band e musicisti toscani promossa dalla Regione Toscana. Siete ancora in tempo!...
... >>>

Inserito da enzo , martedì 27 gennaio 2009 alle 23:35 - Commenti (2)

Roberto Vasai... per il 1 febbraio

Roberto Vasai continuerà per tutta la settimana ad incontare la gente della nostra Provincia per ricordare l’impegno che ha messo in questi anni da Assessore, del suo amore per l’ambiente, per l’agricoltura, della voglia di continuare il buon lavoro fino ad oggi fatto assieme a Vincenzo Ceccarelli, ma parlerà anche delle tante cose che vorrebbe fare per la nostra terra, per le sue infrastrutture, per l’economia, lo sviluppo, la cultura, i giovani…..insomma cercherà di convincere ancora altri cittadini a votare per lui nelle primarie del 1 Febbraio per  essere così il candidato alla Presidenza della Provincia di Arezzo per la coalizione di Centro Sinistra. Se potete andate ad ascoltarlo e sostenetelo.

Inserito da enzo , martedì 27 gennaio 2009 alle 23:35 - Commenti (1)

La crisi di Eutelia

La crisi di Eutelia si sta aggravando, per questo mi unisco alle preoccupazioni  che stanno manifestando questi giorni le associazioni sindacali e le Rsu aziendali per le notevoli difficoltà finanziarie che sta attraversando l’azienda di telecomunicazioni, che ha sede principale ad Arezzo e che conta 2300 dipendenti in tutta in Italia di cui 850 in Toscana.  Sono in gioco ipotesi di pesanti ridimensionamenti dell’attività produttiva ,che potrebbero prevedere l’abbandono dell’intero settore informatico. L’assessore Simoncini incontrerà i vertici aziendali domani  si è già attivata un unità di crisi presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Seguiremo la vicenda con attenzione, è evidente che dovranno essere messe in campo tutte le azioni utili a salvaguardare, per quanto possibile, i tanti posti di lavoro che rischiano di saltare con la chiusura del comparto il comparto di “Information Technology”.

Inserito da enzo , martedì 27 gennaio 2009 alle 23:35 - Commenti (2)

Una carta per il treno


Dal 1 Febbraio sarà operativa la carta «Tutto Treno Toscana», valida un anno, che permetterà di accedere agli Es City, Ic Plus, Ic e Icn con abbonamento regionale.
A fine dicembre la Regione Toscana aveva siglato una prima intesa che già dal 1 gennaio permette ai cittadini abbonati Eurostar e Ic di poter utilizzare anche i treni regionali senza dover rifare il biglietto, ma con una integrazione del 5%. Ora si aggiunge questo ulteriore impegno. I vantaggi sono evidenti: si potrà viaggiare su tutti i regionali ed Intercity con una spesa aggiuntiva di 15 euro al mese. La carta, valida esclusivamente per i residenti in Toscana, permette l’accesso alle carrozze di sola 2/a classe e costa 150 euro per percorrenze fino a 100 Km e 250 Euro oltre 100 Km.
Per i cittadini di Arezzo, invece, che con abbonamento regionale avevano accesso gratuito a due IC (perché la Regione pagava la carta mensile d'accesso), con l'eliminazione di questa carta da parte di Trenitalia, la situazione era in netto peggioramento. La Regione è intervenuta in questo caso con un accordo che riguarda in modo indifferenziato tutto il servizio intercity della Toscana, e quindi valido anche per Grosseto, Follonica, Pisa, Livorno, Massa, Prato e Chiusi oltre che per Arezzo. Un accordo, questo, molto vantaggioso se si guarda agli altri centri, ma anche per gli aretini che possono fruire di tutti gli IC e non solo due.

Infine, vi segnalo che nella seduta del precedente Consiglio l’assessore ai trasporti, Riccardo Conti, ha illustrato la comunicazione  “Infrastrutture e mobilità su ferro in Toscana”.
Qui potete scaricare il testo
... >>>

Inserito da enzo , martedì 27 gennaio 2009 alle 23:34 - Commenti (8)

Chi l'ha visto?


?



 


 


 


... dov'è finito l'ignoto vignettista?

Questa volta non ho segnalazioni dall'ironico e anonimo visitatore di questo blog che commenta le nostre discussioni con un tratto molto arguto...
Ricordate?

...>>> e poi ...>>> e poi ....>>>

Naturalmente continuano le affannose ricerche... se avete qualche ipotesi o qualche notizia inviatela al più presto!!!...

...confesso: mi ero un po' affezionato!
Inserito da enzo , martedì 27 gennaio 2009 alle 23:33 - Commenti (3)

Il valore della memoria



Du souvenir a l'avenir,
è il titolo scelto, assieme a questa immagine, dal sito delle Nazioni Unite dedicato alla Giornata della Memoria.
...E io ho pensato a quei pigiami a righe con la stella gialla, a come doveva essere freddo l’inverno con quegli stracci addosso, le armi spianate contro,  una lingua dura incomprensibile ai più, la fatica, la paura, la fame. 
Guai dimenticare... se vogliamo far nascere fiori.

Inserito da enzo , martedì 27 gennaio 2009 alle 08:29 - Commenti (1)

Emme se ne va

Nelle 8 pagine centrali de l'Unità di oggi troviamo l'ultimo numero di Emme.
Compratelo, Sergio Staino dice "...ve ne saranno grati i vostri nipoti!!!"
Inserito da enzo , lunedì 26 gennaio 2009 alle 10:49 - Commenti (2)

parole e musica di Gino Paoli
Non ho ancora avuto l’occasione di ascoltare la canzone Pettirosso di Gino Paoli, che ho letto parla di un uomo che violenta una bambina. Poi l’uomo morirà e la bambina avrà un momento di tenerezza e pietà per lui. So solo questo, non ho letto il testo né ascoltato la musica, non so se è bella o brutta, quanto e se offende o no la morale (?!). Ma ho anche letto che la onorevole Mussolini e la sua collega Carlucci vogliono convocare il cantautore in Parlamento, in Commissione per l’infanzia per valutare e giudicare il suo scritto e che stanno lavorando ad una legge contro la pedofilia culturale. Chiamano un artista per chiedere conto di ciò che ha composto e per annunciare una legge che impedisca, che censuri la libertà di espressione nella musica e nella cultura. Non ho parole!
Inserito da enzo , domenica 25 gennaio 2009 alle 17:01 - Commenti (3)

Eluana è anche nostra figlia

L'Unità ha lanciato sul sito una petizione per il rispetto delle volontà di Eluana Englaro, secondo quanto emerso dalla sentenza definitiva ed esecutiva.
Vi invito a leggere l'appello e a firmare la petizione.

>>> http://www.unita.it/ 

Inserito da enzo , venerdì 23 gennaio 2009 alle 10:28 - Commenti (2)

L'industria della comunicazione in Italia

 

 

Corecom
Comitato regionale per le comunciazioni


Presentazione dell'Undicesimo Rapporto
dell'Istituto di Economia dei Media della Fondazione Rosselli
Firenze, 23 gennaio 2009 - ore 11,00
Firenze, Consiglio regionale della Toscana
Apre i lavori
Paolo Cocchi
Assessore alla Cultura della Regione Toscana
Introducono:
Enzo Brogi
Membro della Commissione Attività culturali e turismo del Consiglio regionale
Marino Livolsi
Presidente del Corecom della Toscana
Flavia Barca
Coordinatrice Istituto di Economia dei Media - Fondazione Rosselli
AndreaMarzulli
Istituto di Economia dei Media - Fondazione Rosselli
Conclude
Riccardo Nencini
Presidente del Consiglio regionale della Toscana
>>> invito

Inserito da enzo , giovedì 22 gennaio 2009 alle 09:50 - Commenti (2)

Per Eluana
Oggi è una giornata straordinaria, nel mondo non c’è pagina di giornale, televisione, blog o persona che si occupa delle cose di questo mondo che non parli di Obama, anch'io sono convinto che oggi si apra la porta del futuro. Quindi tutti ne parlano ed è per questo che voglio riflettere(non l’ho ancora mai fatto), per un attimo sul ministro Sacconi ed Eluana Englaro. Sono livido verso il grande ricatto che il ministro ha fatto verso la clinica/le cliniche che dovessero accogliere il corpo di Eluana per cessarne la nutrizione, come la Cassazione ha stabilito essere lecito. Ha detto che ne pagherebbero le conseguenze: perché taglierebbe loro i fondi! Trovo inaccettabile il suo ricatto, lesivo dei diritti delle aziende, delle persone e della legalità. IL governo su questo tema non riesce a far niente (per la verità anche su molti, molti altri temi) il loro è mero arbitrio, stanno rimescolando interpretazioni e indirizzi perché non vogliono o non sono capaci di fare una legge seria ed il ministro Sacconi ne è l’elevato interprete!
Inserito da enzo , mercoledì 21 gennaio 2009 alle 10:55 - Commenti (2)

Obama day, the new day


Questa terra è la tua terra
Questa terra è stata creata per te e per me

Questa terra è la tua terra, questa terra è la mia terra
dalla California fino all'isola di New York,
dalla foresta di sequoie, fino alla corrente del golfo,
questa terra è stata creata per te e per me.

Percorrendo quel nastro di strada
vedendo sopra di me quell'infinita strada nel cielo,
vedendo sotto di me quella valle tutta d'oro, dissi:
questa terra è stata creata per te e per me.

Ho vagato e girovagato e sono tornato sui miei passi
alle spiagge scintillanti dei suoi deserti di diamanti,
tutt'intorno a me risuonava una voce:
questa terra è stata creata per te e per me.

C'era un grande muro alto che cercava di fermarmi
un cartello dipinto diceva: Proprietà Privata.
Ma dall'altra parte non c'era scritto niente -
questa terra è stata creata per te e per me.

Mentre il sole splendeva io giravo senza meta
i campi di grano ondeggiavano e le nuvole di polvere rotolavano;
una voce cantava mentre saliva la nebbia:
questa terra è stata creata per te e per me.
(Woody Guthrie)

Inserito da enzo , martedì 20 gennaio 2009 alle 08:33 - Commenti (1)

Ad Assisi: fermiamo la strage di Gaza


Ho partecipato alla manifestazione nazionale per la pace in Medio Oriente promossa dalla Tavola della Pace ad Assisi.
Fermare il massacro dimbambini, giovani, donne e anziani a Gaza è un obiettivo urgente che riguarda da vicino ognuno di noi. Nessuno può tenersene fuori.
E’ indispensabile che la comunità internazionale, le istituzioni, i movimenti politici, le associazioni e i singoli cittadini assumano tutte le iniziative necessarie affinché si possa ritrovare la strada del dialogo e della pace.
L'appello: “Fermare la guerra a Gaza non è un obiettivo impossibile, dobbiamo fare la nostra scelta”.

Inserito da enzo , domenica 18 gennaio 2009 alle 02:07 - Commenti (1)

Rompiamo il silenzio, fermiamo la strage di Gaza


Condivido l’appello lanciato dalla Tavola della Pace per “Fermare la guerra a Gaza non è un obiettivo impossibile, dobbiamo fare la nostra scelta”.
Aderirò alla manifestazione nazionale per la pace in Medio Oriente, perché fermare il massacro bambini, giovani, donne e anziani a Gaza è un obiettivo urgente che riguarda da vicino ognuno di noi. Nessuno può tenersene fuori.
E’ indispensabile che la comunità internazionale, le istituzioni, i movimenti politici, le associazioni e i singoli cittadini assumano tutte le iniziative necessarie affinché si possa ritrovare la strada del dialogo e della pace.
Se potete domani andate ad Assisi, affinché sia forte la voce contro i bombardamenti e contro l’orrore che si sta consumando in questi giorni.
Per tutte le informazioni:
www.perlapace.it

Inserito da enzo , venerdì 16 gennaio 2009 alle 16:17 - Commenti (5)

Caro Del Noce... sono d'accordo con Walter

Le trasmissioni televisive in cui «si guadagnano milioni senza saper fare nulla»,  trasmettono alla società un «messaggio sbagliato». Concordo con quanto ha detto Walter Veltroni intervenendo all'incontro di ieri con il Terzo Settore. E mi preoccupo assai quando il Direttore di Rai Uno sostiente che questi programmi "aiutano a diffondere una ventata di ottimismo e di speranza"...
Credo che alle facili illusioni debba contrapporsi il recupero dei principi di una comunità solidale che rafforzi la fiducia di tutti i cittadini, a partire dai più giovani, nelle opportunità che devono potersi aprire attraverso l' impegno, la preparazione, le idee. Una scuola di qualità, delle istituzioni che sostengano e non ostacolino il mondo economico, una rete di protezione sociale per i più deboli e, perché no... un buon film in tv: per esempio Millionaire?

Inserito da enzo , venerdì 16 gennaio 2009 alle 09:08 - Commenti (2)

Eugenio...rapito nelle Filippine
Tra i volontari della Croce Rossa che sono stati rapiti questa mattina nelle Filippine c’è anche Eugenio Vagni, 62 anni, originario di Montevarchi.
Sono molto vicino alla famiglia di Eugenio e mi recherò a Montevarchi per portare loro e a tutti gli amici della città il senso della mia personale solidarietà in questo momento così drammatico. E adesso sarà necessario fare ogni sforzo e attivare ogni strumento di diplomazia e di contatto internazionale per risolvere al più presto la vicenda.
Inserito da enzo , giovedì 15 gennaio 2009 alle 16:01 - Commenti (3)

Gomorra...e dintorni
L'amico Stefano Beccastrini, raro ed intelligente scrittore-tuttologo, medico ed in particolare critico del cinema, dopo l'esclusione di Gomorra dalle candidature agli Oscar ha scritto questa ampia riflessione che vi sottopongo:

Cari amici,

non so se ve ne siete accorti  - transitando  tante e il più delle volte sciocche, o scioccamente presentate,  notizie sui giornali e in TV, sappiamo tutti che   la distrazione è spesso salvifica -  ma ieri,  approfittando del fatto che il film di Matteo Garrone, "Gomorra", è stato escluso  dalla partecipazione quale film straniero al concorso per gli Oscar (decisione discutibile e da me non condivisa – il film mi pare un bel connubio tra Rossellini e Tarantino - ma legittima da parte  di coloro che a tali scelte erano demandati) sui giornali e sulle TV afferenti a Mediaset (o comunque all'impero commerciale e mass mediatico  del nostro malodiato capo del governo e, naturalmente,  con particolare accanimento e virulenza dello Schiavetto Emilio Fede e dal suo bieco TG)  si è scatenata una vergognosa campagna denigratoria contro il film stesso  e contro altri film analoghi (cioè, non banali, non falsi, non caciaroni, etc)  in quanto presenterebbe un volto negativo dell'Italia all'estero, danneggiando così la nostra reputazione internazionale.  A parte il fatto che già questo governo è il maggior denigratore dell’Italia all’estero, non volutamente ma semplicemente per la sua natura provinciale e gretta, credo utile ricordare, poichè magari non tutti e sicuramente non i più giovani lo sanno, che con esattamente le stesse parole Giulio Andreotti, una sessantina di anni fa, lamentò che film quali "Umberrto D" di Vittorio De Sica  (fu proprio questo il film che stimolò l'intervento del Divo Giulio, pessimo politico chissà perchè scambiato in Italia, con l'approvazione di vari commentatori di sinistra,  per un arguto scrittore) presentassero al mondo un brutto e alla fin fine infamante volto dell'Italia. In realtà, Andreotti  mirava a mettere sotto accusa  di leso patriottismo l'intera e benemerita produzione neorealista del cinema italiano del tempo.  Era, la sua invettiva contro coloro che offendevano, facendo film realistici, l’italica patria, una occasionale e improvvida piccolezza? Un episodio di aneddotica incultura? Una scemenza da piccolo intellettuale trasteverino?  Il solito banale e banalmente patriottardo provincialismo italiano? E come tali, dunque, vanno prese anche le uscite, quasi fotocopiate fin nelle parole, del Maggiordomo Emilio? Io mi preoccuperei di più. La denuncia andreottiana, che il Divo Giulio  - almeno in ciò più eroico - fece di persona e non tramite uno schiavetto massmediatico, inaugurò anni e anni di boicottaggio di Stato verso i film italiani coraggiosi, indignati, veritieri. Furono mandati persino emissari di Stato, con tanto di bustarelle, a Cannes, per non far vincere alcun premio a “Cronache di poveri amanti” di Lizzani (ma i francesi ci risero e lo premiarono) e a Venezia, per non far vincere il meritatissimo Leone d’Oro a “Senso” di Visconti (e gli italiani chinarono la testa e Visconti non vinse). Cosa prelude l'uscita del burattino Fede(le), dietro cui parla sempre

(come in un ventriloquo) Padron Silvio? Ricordiamoci che la gran parte della produzione di buon cinema in Italia (salvo pochissime, eroiche eccezioni, che sanno davvero essere totalmente indipendenti vuoi dall’industria che dallo Stato) è legata a finanziamenti statali. L'uscita di Fede contro "Gomorra" e quel tipo di film, è un segnale, un orientamento, un altro editto bulgaro del Padrone (del nuovo, e assai più rozzo e ignobile, Divo)? La questione può sembrare banale ma non lo è. Attiene persino alla concezione della democrazia. La sinistra italiana, nelle sue espressioni critico-cinematografiche, è nata e si è sviluppata generalmente polemizzando  col  - commerciale, spettacolare, etc etc - cinema americano  ma... avete mai sentito dire che qualche governo USA, o suo diretto portavoce  (ma forse, in USA, costui non sarebbe un pagliaccio fedele) abbia detto che le centinaia di film  sulla corruzione e il marciume  in sanità, nella stampa, nella politica, nella polizia, etc etc,  dilagante in America, del resto come altrove, e continuamente messi in scena e denunciati dal cinema hollywoodianio (un esempio solo, "I tre giorni del Condor" di Sidney Pollack, bellissimo, lungimirante, vedendolo attentamente quando uscì avremmo previsto con molti anni di anticipo la guerra nel Golfo)   non doveva essere fatto o distribuito  in quanto  dava al mondo un'immagine negativa del Paese in cui quel film aveva avuto origine? Tutta la storia del cinema, quella bella, quella vera, è fatta di film critici, indignati, sinceri, alla fin fine capaci di mettere sotto accusa il proprio  Paese di origine  proprio in quanto lo ama (io mi rallegro sempre quando vedo che da Israele giungono film che vanno in tal senso, come quelli di Amos Gitai, sposando la causa del pacifismo, criticando il proprio governo, cercando un dialogo coi palestinesi). Tornando all’editto contro Gomorra…Sarà stato un piccolo episodio di incultura massmediatica? Spero ma non credo, essendomi convinto che il Nuovo Divo  abbia mire  pidduisticamente assai più ambiziose e pericolose di quanto non faccia apparire la sua aria da latin lover da barberia col golfino poggiato sulle spalle. Insomma, segnalo un allarme, sollecito gli amici e compagni amanti del cinema, e della democrazia, a vigilare. A quale scopo politico, oggi che vigilare non va più di moda?  Forse nessuno, in questi aspri e deprimenti tempi,  ma essere su tutto vigili  serve almeno, pare,  a prevenire l'Alzheimer. Un abbraccio,

Inserito da enzo e stefano , giovedì 15 gennaio 2009 alle 08:40 - Commenti (20)

Il compleanno di Testimonianze...

>>>
Stasera parteciperò all'evento conclusivo del cinquantennale della prestigiosa rivista diretta dal leggendario Severino Saccardi...
ore 17,00, Palazzo Strozzi Sacrati, Firenze

Inserito da enzo , mercoledì 14 gennaio 2009 alle 09:38 - Commenti (2)

Vola Alitalia Vola!
E stamani Alitalia-AirFrance ha iniziato a volare...allora è tutto come aveva progettato il Governo Prodi, direte voi? niente affatto nel frattempo sono stati spesi oltre 4 miliardi di euro dei cittadini, c'è meno occupazione e più debiti sullle nostre economie e Malpensa ha portato a casa...un pugno di mosche! Davvero un capolavoro! 
Inserito da enzo , martedì 13 gennaio 2009 alle 09:35 - Commenti (3)

Page:  << Prev  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31 32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  Next >>