Ci sono 1065 Blog di discussione inseriti | Pagine inserite: 54 | Siete a pagina 45

Safari

  >>>
Sarà perchè sono di campagna, ma mi ha fatto una certa emozione vedere il mio nome tra i ringraziamenti assieme ad altri più o meno importanti, ma anche accanto a nomi come Bono, Adriano Celentano, Ben Harper ed altri colossi dell’arte, nel nuovo bel lavoro di Lorenzo Jovanotti: Safari. E’ un viaggio fatto di emozioni, suoni e sentimenti, diretto e divertente, un viaggio a mare aperto, on the road. Un affresco di parole e  immagini semplici e sonorità ricche, armonie suggestive, di grande effetto e coinvolgimento emozionale. Vale davvero la pena di ascoltarlo e pensarci un po’ su.

Inserito da enzo , sabato 19 gennaio 2008 alle 10:34 - Commenti (766)

Laicità e civismo

Da qualche tempo è stato aperto un blog dedicato alla
"LAICITA', NUOVO CIVISMO E VALORE DELLA PERSONA"
(http://www.laicitaecivismo.it) e una casella di posta (info@laicitaecivismo.it) per la raccolta delle adesioni. Io ho aderito adesso, mi pare una buona cosa e se approvate l'appello magari fatelo anche voi.

Inserito da enzo , giovedì 17 gennaio 2008 alle 15:26 - Commenti (2)

Ma che Italia, ridono di noi!!

E così la dotta università La Sapienza(?) ha dato l’opportunità a molti di criticare il nostro Paese che non fa parlare il Papa. Che paradosso! Se c’è una voce che in Italia ha accesso quotidianamente alla comunicazione è proprio il Pontefice e perdipiù non incorre, come accade ai politici, di avere per ogni apparizione una richiesta di par condicio da parte di chi ha un’altra posizione. Il Papa ha spazio quando si affaccia alla finestra di San Pietro, quando incontra i capi di Stato, quando riceve i potenti, quando… non c’è giorno che non trovino spazio i suoi atti ed adesso grazie ad una sessantina di docenti intrinsi di laicismo e qualche centinaio di studenti si è guadagnato il titolo di escluso! (sic)
********
...Dopo aver speso quintali di danari pubblici per risolvere la questione dell’immondizia, la Campania tuttora ne è sommersa e, per adesso, nessuno paga, neppure politicamente, per i ritardi,  per le inadempienze.
...Il Papa che parla un monte occupando ogni giorno spazi nei nostri media ed appare invece come un escluso (leggi sopra)
...Adesso ci arrestano anche la moglie del Ministro della Giustizia!
Non c’è dubbio: saranno in tanti a ridere di noi…

Inserito da enzo , mercoledì 16 gennaio 2008 alle 11:01 - Commenti (1)

Presente Remoto
Oggi ho ricevuto un graditissimo dono da Riccardo Tesi, eccellente suonatore d’organetto, il suo CD appena uscito “Presente Remoto”. E' ancora una volta un lavoro tutto suo, ma con numerose e qualificate collaborazioni, da Stefano Bollani a Ginevra Di Marco, Gianmaria Testa, la sua Banditaliana e molti altri. Certo devo ascoltarlo ancora un po’, ma subito mi hanno coinvolto molto ritmi, armonie e strumenti che si confondono in una rara e esclusiva sonorità e ne caratterizzano la coinvolgente qualità artistica e musicale. Molto suggestivi gli omaggi inediti che Riccardo ha incluso nel CD a due grandi musicisti che ha incontrato nei suoi trenta anni di attività Ivano Fossati e Fabrizio De Andrè. Mi permetto di consigliarvelo.
Inserito da enzo , martedì 15 gennaio 2008 alle 20:30 - Commenti (3)

Ricordando Ernesto Balducci...

Lunedì 14 gennaio ore 17,30
Arezzo, Teatro Piero Aretino, Via Bicchieraia 32

presentazione del volume:
Ascoltare il respiro del mondo 
Il lungo rapporto di Ernesto Balducci con "Testimonianze"
Intervengono:
GUALTIERO BASSETTI, Vescovo di Arezzo, Cortona, Sansepolcro
VITTORIA FRANCO, Senatrice
ENZO BROGI, Consigliere Regione Toscana
SEVERINO SACCARDI, Direttore di "Testimonianze"
FRANCESCO STELLA, Facoltà Lettere e Filosofia di Arezzo
CAMILLO BREZZI, Assessore alla Cultura del Comune di Arezzo
>>> invito

Inserito da enzo , venerdì 11 gennaio 2008 alle 17:12 - Commenti (5)

le scuole e l'immondizia
Domani tutti riprendono le loro attività, anche quelli che son riusciti a tirar vacanza più a lungo. Riaprono anche le scuole, sembrava che avrebbero fatto eccezione quelle del napoletano, quelle dovevano restare chiuse...per troppa immondizia. Ma l’immondizia è anche vicino alle loro case, alle chiese, ai posti di lavoro, nei giardini: immondizia dappertutto. Un mare di sacchetti di plastica. su,su fino ai primi piani. Un’eccezionale girone dantesco della contemporaneità!
Dovevano perché Romano Prodi oggi è intervenuto con determinazione: “le scuole non si chiudono, tutt’altro! ” Le scuole sono sacrosante e devono restare aperte, se è necessario stanotte stessa farò intervenire l’esercito per ricreare le condizioni igieniche, per riaprirle tutte”. Ascoltandolo, viene da pensare che avesse trattenuto nel suo sfogo altre frasi come: “Ciò che sembra essere mancato in parte del nostro paese e nel sud in particolare sono state proprio le scuole: buone scuole aperte e frequentate con profitto. Buone scuole per coloro che invece, piano piano, son divenuti mafiosi, camorristi, spacciatori, evasori...e per coloro che così si sono alimentati anche con il mercato dei rifiuti, per gli amministratori che da decenni non hanno saputo decidere come e dove fare impianti e termovalorizzatori, per i cittadini incivili che non hanno minimamente collaborato, esacerbando invece situazioni e disagi pubblici”. Bravo Romano fai aprire le scuole, falle funzionare, sostieni questo prezioso strumento di crescita culturale e formativa e nello specifico del napoletano, insisti con determinatezza per realizzare infrastrutture ed impianti, magari anche incoraggiando un rapido rinnovamento della classe politica che da decenni governa, forse non troppo bene, quella terra.
Inserito da enzo , domenica 6 gennaio 2008 alle 21:53 - Commenti (5)

... sarò un sognatore

 

Inserito da enzo , lunedì 24 dicembre 2007 alle 07:56 - Commenti (2)

Economia toscana: consuntivi e previsioni...

E' uscito il Rapporto Irpet sull'economia toscana.
Purtroppo, nella seconda parte del 2007, i dati non sono troppo confortanti: la crescita del Pil si è attestata sui livelli dello scorso anno. La crisi finanziaria Usa ha pesato, soprattutto nel terzo trimestre, sulle esportazioni e sui livelli produttivi. Poiché le previsoni per il 2008 non sembrano essere esaltanti, anche sul fronte occupazionale, occorreranno interventi più efficaci, per migliorare la competitività delle imprese toscane a partire dal settore manifatturiero.

scarica il rapporto sull'economia toscana  >>>

 

Inserito da enzo , sabato 22 dicembre 2007 alle 13:31 - Commenti (765)

Cittadini coinvolti nelle scelte
Il Consiglio regionale ha approvato la legge sulla partecipazione: una legge molto toscana, che guarda al dibattito pubblico francese ma anche al town meeting anglosassone e ad altre esperienze nel mondo. Entro il 31 marzo cittadini, associazioni e istituzioni toscane potranno presentare le prime richieste perché su grandi interventi e grandi progetti, regionali ma anche locali, si aprano processi di partecipazione. Una possibilità estesa a tutti coloro che abitano nella regione, per lavoro o per studio, anche stranieri, e non solo ai toscani. Si tratta della prima del genere approvata da una Regione, assieme ai cittadini. Come ha detto l'assessore Fragai, si tratta di un antidoto all’antipolitica, un punto di incontro tra democrazia partecipativa e democrazia rappresentativa per fare prima e meglio, una scommessa anche sulle capacità dei cittadini perché sui grandi progetti si apra una discussione prima e non quando, all’inaugurazione di un cantiere, si alzano le prime proteste.
Sono tre le date, nel corso dell’anno, entro cui i cittadini potranno chiedere che venga aperto un processo partecipativo: il 31 marzo, il 31 luglio e il 30 novembre. Naturalmente anche la Regione potrà decidere di aprire un dibattito pubblico su uno o più provvedimenti inseriti nella propria agenda. L’esito del dibattito pubblico non è vincolante. Nel caso il parere sia contrario, chi ha proposto il progetto può rinunciarvi o sostenerne uno diverso, oppure insistere con il progetto iniziale fornendo opportune motivazioni. In ogni caso si tratterà di una decisione più consapevole e certo, se il dibattito è stato ricco e partecipato, sarà difficile per l’ente competente non tenerne adeguatamente conto. I progetti che potranno essere messi sotto esame sono quelli dal grande impatto sul territorio regionale e quelli a dimensione locale: strade, nuovi insediamenti, termovalorizzatori, impianti eolici o di rigassifficazione, alta velocità ma anche grandi scelte sociali. Lo stanziamento per il 2008 consentirà di finanziare almeno 2-3 iniziative di dibattito pubblico e 30-40 iniziative di processi partecipativi locali.
Inserito da enzo , giovedì 20 dicembre 2007 alle 12:08 - Commenti (2)

L' ultimo miglio è superato?
A New York l’assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato la moratoria internazionale sulla pena di morte. La risoluzione esorta tutti gli stati a sospendere le esecuzioni capitali, oltre che a ridurne progressivamente l'uso e il numero di delitti per i quali può essere imposta.
Un atto di grande civiltà che ha visto l'Italia impegnarsi in prima linea: una grande vittoria sul fronte dei diritti umani. Ora speriamo che si aprano veramente le possibilità per giungere ad una definitiva abolizione.
E' stata scritta una fondamentale pagina della nostra storia che nessuno potrà ignorare, un "ottimo punto di partenza" ha commentato il nostro Presidente della repubblica Giorgio Napolitano.
Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 22:57 - Commenti (1)

"Spazio"... alla cultura

Dal recupero alla valorizzazione
del Teatro Bucci di San Giovanni Valdarno

Un teatro, una sala cinematografica, una libreria che chiudono sono gravi perdite per una comunità locale, stride il contrasto con le numerose agenzie immobiliari o banche che invece aprono! Riprogettare le città a partire anche dall'offerta culturale significa contribuire a rafforzare l'identità collettiva, stimolare la crescita di creatività nell'ambito della nuova economia della conoscenza, accrescere le occasioni di relazione e scambio culturale tanto preziosi allo sviluppo di un buon clima di coesione e solidarietà. Ma significa anche offrire un'alternativa alla progressiva chiusura dei teatri tradizionali, alla profusione di multisale di periferia spesso vocate ai blockbuster o ai film commerciali, ma dove non entrano, invece, certi tipi film indipendenti o d'autore. Tutto ciò è ancora più vero quando si tratta di realtà come quella di San Giovanni Valdarno, che si è sempre distinta per una spiccata vivacità nelle attività culturali e ricreative e che vede ora a rischio quella che è forse la realtà teatrale più importante fra Firenze ed Arezzo: il teatro Bucci. Un teatro collocato nel centro della città, occasione di incontro, di educazione e cultura per tutta l'area del Valdarno. Dopo un utile periodo di discussione e confronto sulle possibilità di recupero della struttura, occorre adesso passare all'azione.

L'impegno finanziario necessario deve essere affrontato ricostituendo tra Comune e Regione - e magari anche sostegni privati...perché no proprio le banche! - un patto in cui siano chiari gli obiettivi e la strategia da seguire per il recupero di uno spazio potenzialmente produttivo e capace di attribuire un forte valore aggiunto per la valorizzazione del centro storico della città. La Regione, può finanziare il 75% delle spese di ristrutturazione relative al teatro qualora il Comune ne sia proprietario. Essendo già presente un valido progetto per trasformare la struttura in un importante centro culturale (teatro, sala cinematografica, sale di incisione...) l'acquisto della struttura da parte del Comune, operazione certo impegnativa ma di indiscussa validità culturale e sociale, si presenta, a questo punto, non più rimandabile.

La scorsa settimana, il Sindaco Mauro Tarchi mi ha assicurato che l'acquisto dell'immobile sarà inserito nell'Odg del prossimo Consiglio Comunale. Se ciò avverrà la Regione Toscana sarà impegnata ad attivare il relativo finanziamento. Ci sarà tutta la mia disponibilità e il mio impegno a seguire le possibili fasi che vedranno impegnati il Comune e la Giunta regionale.

Spero davvero che per i cittadini di San Giovanni Valdarno e per tutte le associazioni culturali impegnate sul territorio, il 2008 non debba essere ancora un "En attendant Godot"!

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:15 - Commenti (108)

una legge per la musica

Clicca sul banner e aderisci alla proposta di legge
per la musica popolare toscana:

UNA LEGGE PER LA MUSICA....ADERISCI!! 

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:15 - Commenti (2)

Presentazione del libro


Palazzo d’Arnolfo – San Giovanni Valdarno
Venerdì 21 dicembre ore 17,30

 Lontano un secolo
Progetto della memoria
di Pietro Baroni e Roberto Becherucci

Sarà presente l’autrice del libro Prof.ssa Raffaella Simonti


Introdurrà :

Emanuele Bani, Vice Sindaco

Presenteranno:

 

Enzo Brogi

Giampiero Bigazzi

“Lontano un secolo" è la storia del Pratomagno valdarnese all’inizio del Novecento, quando mancavano le vie carrozzabili e si andava da un luogo all’altro a piedi o in groppa alla miccia attraverso le mulattiere, le vicinali e i sentieri; quando mancava la luce elettrica e la sera cominciava presto e la cena si illuminava con il lume a olio; quando i pasti erano fatti soprattutto di castagne. Eppure anche in questa società ancora semplice, che andava avanti secondo il ritmo delle stagioni strettamente legate alla terra, la vita procedeva segnata dalla passione. Poteva essere la sfida di uno  per imparare a scrivere il proprio nome, poteva essere la sfida di un intero borgo per la cisterna dell’acqua, la furbizia per scoprire prima degli altri il miele nascosto nel castagno, la determinazione a voler cambiare ad ogni costo tenore di vita.

Lontano un secolo è la storia avvincente della nostra gente tratta da documenti depositati nell’Archivio del Comune e dagli ultimi testimoni di quella realtà.”

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:13 - Commenti (2)

Incontrando Nicola Costanti


clicca qui >>>

- "Caro Enzo... Ho scritto questa canzone pensando allo strapotere che ha il calcio nella nostra società. Riesce a far passare tutto in secondo piano; è diventato un oppio dei popoli che spesso distoglie dai problemi sostanziali. Spesso un campionato del mondo vinto può essere usato per mitigare i problemi sociali, è un regalo ai governanti:
dopo, la supposta entra più facilmente.

Ma in fondo, anche se questo calcio è sempre più business e meno poesia, fantasticare sulla nostra squadra è bello e fa star bene. Evidentemente le figurine dei calciatori scambiate da ragazzi hanno lasciato anche in me una qualche traccia:
CELO, MANCA, CELO, MANCA…

E poi, come tutte le ATTESE,  anche quella di un risultato della nostra squadra,  è un modo per fermarsi un attimo, sospendere il tempo e sognare”.

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:11 - Commenti (0)

Per i minori autorizzazione dei genitori

Ho firmato la proposta di modifica alla precedente normativa sul piercing, presentata da Nicola Danti.

Con l’approvazione che ne è seguita, da parte dell’assemblea regionale, la Regione Toscana mette un freno a quello che è diventato uno status symbol degli adolescenti: da oggi, per i minori di 14 anni servirà l’autorizzazione dei genitori. Diversamente da quanto avviene per le altre parti del corpo, per le quali è sempre necessario fino ai 18 anni di età, nel caso del piercing all’orecchio il consenso informato dei genitori non era finora previsto, neppure per i minori di 14 anni.

Questo ha creato nel tempo non pochi problemi, soprattutto agli operatori commerciali, frequentemente esposti, da un lato a richieste d'intervento da parte dei ragazzi, dall'altro alle proteste dei genitori contrari a tali iniziative

Ritengo questa legge u’azione responsabile per la salvaguardia della salute pubblica, considerando che spesso questo tipo di attività si concretizza in interventi modificativi ed invasivi che possono creare conseguenze indesiderate sul fronte dell’integrità psico-fisica dei soggetti.

>>> Il testo di legge

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:10 - Commenti (1164)

Per migliorare i servizi postali

Pur non avendo competenze dirette in materia di servizi postali, la Regione Toscana finanzierà con 300 mila euro l’anno per tre anni (2007-2009) i comuni maggiormente in difficoltà nel garantire alcuni servizi di prossimità come quelli postali. La chiusura o la riduzione di orario di numerosi uffici postali da parte di Poste Spa a partire dall’anno scorso ha creato forti disagi per alcuni comuni e paesi più isolati.

Si è pensato dunque ad incentivi e centri multifunzionali per garantire, con la collaborazione di pubblico e privato, servizi da ritenersi essenziali per la collettività e per ridurre disagi soprattutto per gli anziani.

A questo punto spetterà ai Comuni presentare progetti da finanziare, tenendo conto che la legge darà priorità a quelli che si associano fra loro.

Ad esempio gli uffici postali potranno svolgere, oltre alle loro tipiche funzioni, servizi per conto dei Comuni: riscuotere l’Ici ed altre entrate, svolgere servizi di tesoreria. Quando riaprire un ufficio è impossibile. I Comuni potranno magari organizzare servizi di navetta, ossia migliorare il servizio di trasporto verso centri dove altri uffici ci sono. Un’altra importante novità prevista dalla legge, sulla strada della semplificazione e della sburocratizzazione è data dalla possibilità di creare sportelli unici, grazie ad accordi tra le aziende di gas, acqua, rifiuti e Poste spa, di sportelli unici che svolgano non solo servizi postali ma che diventino il punto di riferimento per tutte le utenze di casa.

 

>>> il testo della legge

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:09 - Commenti (1)

Interrogazione urgente per la Boehringer

Firenze, 06/12/2007

Al Presidente
del Consiglio Regionale
SEDE

OGGETTO: Interrogazione Orale - URGENTE

“Sulle decisioni occupazionali dell’azienda Boehringer Ingelheim di Reggello (FI)”

I sottoscritti Consiglieri Regionali

VISTE le notizie apparse sui quotidiani locali in data odierna secondo le quali la proprietà della Boehringer Ingelheim Italia S.p.A. avrebbe deciso di trasferire nel proprio stabilimento milanese 140 impiegati dei 180 attualmente operanti nello stabilimento di Reggello;
PRESO ATTO che l’azienda in questione, presente nel territorio reggellese fino dagli anni ’70 e che occupa, nel territorio valdarnese, circa 400 lavoratori, rappresenta una delle principali aziende nel settore farmaceutico;
CONSIDERATO che le organizzazioni sindacali, in seguito all’accordo sottoscritto dalla proprietà per accorpare a Milano gran parte degli uffici amministrativi, hanno espresso pubblicamente la loro preoccupazione ed hanno indetto alcune azioni di mobilitazione dei lavoratori per scongiurare le pesanti conseguenze che tale riordino del personale avrebbe sugli occupati e, per indotto, sul tessuto socioeconomico della zona;

INTERROGANO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Per conoscere se la Giunta regionale è a conoscenza di tale situazione venutasi a creare alla alla Boehringer Ingelheim Italia S.p.A e quali misure si intendano assumere per salvaguardare il livello occupazionale dello stabilimento valdarnese.

Enzo Brogi
Gianluca Parrini

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:08 - Commenti (4)

la casa famiglia di Montevarchi
“Ci sono luoghi e persone che sono benedette da una strana ed antica magia. In quei luoghi e con quelle persone è difficile che le cose nascano sbagliate ed il luogo favorisce un continuo e positivo concatenamento di eventi...” così scriveva nel 1995 Alessandro Benvenuti in uno speciale ed oramai introvabile diario (edizioni Morgana) del suo film poesia Ivo il tardivo. Raccontava di una casa famiglia dove Ivo aveva ritrovato spazi e situazioni rare con altri quattro stralunati psicotici. Oggi a Montevarchi, complice il Comune, la Asl e la cooperativa Koinè è stata inaugurata una casa famiglia con 10 ospiti. È stata una festa molto intensa e si respirava una bella atmosfera, con gli abitanti della casa, i loro parenti gli assistenti...molto belle e commosse le parole del sindaco. Ho rivissuto così le parole di Alessandro.
Inserito da enzo , domenica 16 dicembre 2007 alle 00:25 - Commenti (4)

Con Giuliano Ghelli...

E' nata la Fondazione Giuliano Ghelli.

La Fondazione non ha scopo di lucro e si propone, inizialmente nell'ambito territoriale della Regione Toscana, di promuovere e divulgare, anche attraverso attività museali, pubblicazioni e monografie, le attività e le opere intellettuali ed artistiche contemporanee in ogni loro forma di espressione.

Il maestro Giuliano Ghelli mi ha invitato a far parte del Consiglio di Amministrazione. Ho accettato con entusiasmo, perché apprezzo moltissimo il lavoro artistico di Ghelli, il suo impegno civile e gli obiettivi della Fondazione...e poi è uno di quegli Enti e di quei Consigli di Amministrazione che non costano nulla alla collettività e non riconoscono alcuna indennità di carica ai suoi componenti: si prefiggono, invece, di offrire qualche opportunità culturale in più. La cosa mi fa felice e mi rende ogoglioso.

Inserito da enzo , giovedì 13 dicembre 2007 alle 23:26 - Commenti (759)

Forum delle donne del Valdarno per il PD


LO STATUTO, IL MANIFESTO, IL CODICE ETICO
IL PUNTO DI VISTA DELLE DONNE
DEL PARTITO DEMOCRATICO

Mercoledì 12 dicembre 2007
ore 21:00
Montevarchi
Bartolea Sala delle Conferenze, Viale dei Mille
Intervengono:
Cristina Bandinelli, Daniela Bartalucci, Caterina Bini
Conduce la serata:
Giustino Bonci
Partecipa:
Marco Meacci
locandina >>>

Inserito da enzo , mercoledì 12 dicembre 2007 alle 10:36 - Commenti (2)

Page:  << Prev  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45 46  47  48  49  50  51  52  53  54  Next >>