Incontrando Nicola Costanti


clicca qui >>>

- "Caro Enzo... Ho scritto questa canzone pensando allo strapotere che ha il calcio nella nostra società. Riesce a far passare tutto in secondo piano; è diventato un oppio dei popoli che spesso distoglie dai problemi sostanziali. Spesso un campionato del mondo vinto può essere usato per mitigare i problemi sociali, è un regalo ai governanti:
dopo, la supposta entra più facilmente.

Ma in fondo, anche se questo calcio è sempre più business e meno poesia, fantasticare sulla nostra squadra è bello e fa star bene. Evidentemente le figurine dei calciatori scambiate da ragazzi hanno lasciato anche in me una qualche traccia:
CELO, MANCA, CELO, MANCA…

E poi, come tutte le ATTESE,  anche quella di un risultato della nostra squadra,  è un modo per fermarsi un attimo, sospendere il tempo e sognare”.

Inserito da enzo , martedì 18 dicembre 2007 alle 10:11 Commenti (0)

I COMMENTI
INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: