No alla chiusura dei tribunali militari

No alla chiusura dei tribunali militari.  Ho aderito alla manifestazione contro la chiusura del tribunale di La Spezia che metterebbe probabilmente una pietra sopra alla giustizia nei confronti dei crimini nazifascisti che hanno colpito e molto numerosi comuni della Toscana, in particolare Sant’Anna di Stazzema, Cavriglia e Civitella Val di Chiana.
La chiusura dei tribunali militari sarebbe un errore, non tanto per il giudizio nei confronti dei soldati nazisti, e quindi per mettere in carcere quei giovani che adesso sono anziani, ma per un senso di giustizia storica. Negli anni è venuta fuori la verità storica sulle stragi naziste in Toscana: non erano reazioni alla lotta dei partigiani ma il creare panico e terrore nei nostri luoghi era frutto di un vero e proprio ordine da parte dei comandanti nazisti”.
Mi auguro che la manifestazione di domenica serva a bloccare la chiusura del tribunale spezino. Soprattutto per i tanti morti dei comuni che probabilmente non avranno mai giustizia. Alcuni processi sono stati chiusi, altri sono a metà, altri ancora, come il caso Cavriglia, sono ancora da imbastire. Così si rischia di avallare un falso storico facendo passare il messaggio alle nuove generazioni che solo e soltanto i partigiani avevano delle responsabilità. Il non fare giustizia potrebbe causare una rottura nel genus delle comunità che ha diviso la memoria confondendo le idee su quale fosse la vera realtà di quelle stragi.

Inserito da enzo , domenica 29 giugno 2008 alle 21:52 Commenti (0)

I COMMENTI
INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: