VALORE
Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. Considero valore il regno minerale, l'assemblea delle stelle. Considero valore il vino finché dura un pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco. Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordarsi di che. Considero valore sapere in una stanza dov'è il nord, qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato. Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia. Considero valore l'uso del verbo amare e l'ipotesi che esista un creatore. Molti di questi valori non ho conosciuto
Erri De Luca
(da “Opere sull’acqua e altre poesie”, Einaudi, Torino, 2002)
Inserito da enzo , mercoledì 16 luglio 2008 alle 09:12 Commenti (4)

I COMMENTI
Commento di MeLek , venerdì 21 giugno 2013 alle 06:59
" He leido que alguien te sigue a diairo, yo tambie9n. Estoy descubriendo a trave9s de tu bloc que la fotografeda es mucho me1s interesante de lo que pensaba. Sigue, muchas gracias. "

Commento di Carolina , giovedì 20 giugno 2013 alle 22:58
" Enhorabuena por estos 3 meses, leo tu blog desde el primero de tus artedculos, y me pcreae muy interesante.Te animo a seguir con e9l, que tienes unos cuantos novatos como yo siguie9ndote diariamente. "

Commento di Cade , domenica 15 luglio 2012 alle 01:08
" Credo che la civilte0 di un paese si veda dalle coiiozndni delle carceri (e non da quella delle donne intesa come carriera etc, come si suole leggere spesso). L'Italia e8 messa male, anche se non so di altri paesi paragonabili. Fra l'altro e8 una situazione paradossale per cui una pena non viene quasi mai scontata per intero (alle volte anche per meno di mete0) il che e8 assurdo, ma in compenso viene scontata in coiiozndni inumane, letteralmente inumane, il che e8 inaccettabile.Abolire le carceri e8 una utopia che non tiene conto della natura umana e quindi irraggiungibile, ma carceri in cui sia rispettata la dignite0 devono essere la normalite0.Sulla questione carceri, devo dire che nonostante siano lontani da me anni luce, gli unici a tentare di far qualcosa sono i radicali. Onore a loro.Il resto e8 indifferenza o peggio malcelata soddisfazione (uno di meno, ha detto un tale mi sembra della Lega di fronte alla notizia dell'ennesimo suicidio maschile).Io comunque tremo al pensiero che potrei trovarmi casualmente (come qualsiasi cittadino di preferenza maschio) dentro la macchina giudiziaria/carceraria. Sinceramente non ho affatto fiducia in questa giustizia.Domanda finale: ma le coiiozndni in cui sono i carceri maschili fossere uguali anche per quelli femminili, credete che qualcosa si sarebbe gie0 mosso o no? "

Commento di Kaden , giovedì 28 luglio 2011 alle 03:45
" Furrealz? That's maervloulsy good to know. "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: