Il Dpef 2009

Nell’ultima seduta di Consiglio, prima della pausa estiva, abbiamo approvato il Dpef  2009, il documento di programmazione economica e finanziaria che delinea le azioni di governo da inserire nel bilancio regionale per il prossimo anno. Le novità più importanti riguardano la scelta di destinare al fondo di assistenza agli anziani non autosufficienti tutte le risorse stabili e disponibili recuperate dall’evasione fiscale senza nessuna addizionale o tassa di scopo. Nel corso di una congiuntura economica difficile, con forte crisi dei consumi soprattutto da parte delle fasce più deboli della popolazione, la scelta della Toscana è dunque quella, di compiere uno sforzo per riconoscere ai cittadini, in particolar modo a quelli più in difficoltà,  il diritto di assistenza e  i servizi essenziali.
Nel documento finanziario sono anche confermati i fondi all’emergenza abitativa, 300 milioni di euro per i nuovi ospedali e il fondo di solidarietà per le famiglie vittime di incidenti mortali sul lavoro.
Tutto questo mentre il governo Berlusconi propone tagli gravi e insostenibili alla sanità, alla scuola, agli enti locali, ai trasporti pubblici. E forse vuole consolarci con la caritatevole “carta per i poveri”, qualcosa che ricorda la ‘tessera del pane’ dei terribili tempi della guerra!

Il Dpef regionale in sintesi:

Bollo auto, sconti e esenzioni
Sulle auto immatricolate nel 2009 la Regione rinuncia all’aumento del 10% che era stato introdotto nel 2007 (il primo dal 1996). Godranno dello stesso sconto anche le auto Euro 4, già immatricolate. In tutto sono circa 750 mila i veicoli interessati, un terzo del parco auto privato. Chi non potrà permettersi di comprare un’auto nuova, potrà convertire quella vecchia a Gpl o metano (magari utilizzando gli incentivi statali e comunali). Le auto alimentate a gas avranno infatti un’esenzione totale dal bollo auto fino a cinque anni.

Non autosufficienti, nessuna tassa aggiuntiva
Gli impegni per il progetto destinati ad ampliare i servizi per gli anziani e i non autosufficienti, che oggi trovano una risposta solo parziale, sono aumentati. L’obiettivo rimane quello di annullare entro il 2010 le liste di attesa per l’inserimento nelle Rsa (attualmente 3.300 le persone in lista), l’allargamento ad almeno 16.000 persone dell’assistenza domiciliare e il sostegno alle famiglie con un contributo economico medio di 300 euro mensili per l’assunzione di circa 5.000 badanti.
In Toscana ci sono 40 mila anziani non autosufficienti gravi. Già nel 2009 le risorse aggiuntive, oltre a quelle già stanziate dal fondo sanitario e dagli enti locali, potranno ammontare a 80 milioni (compresi i residui del 2008). Il finanziamento del progetto, senza ricorrere alla leva fiscale, è stato possibile grazie ai tagli alla spesa regionale apportati altrove e alle somme recuperate dall’evasione fiscale.

Nuove risorse per gli investimenti
Anche sul fronte degli investimenti il Dpef 2009 è un documento importante. Sono oramai nel loro pieno avvio tutti i programmi europei e nazionali. Tradotto in euro, questo significa per i prossimi tre anni poter contare su 4-500 milioni di euro per ogni anno. I soldi ci sono.
Lo sforzo a questo punto va in due direzioni: nei confronti del governo perché i patti siano rispettati e non vengano sottratte risorse su cui le regioni hanno costruito la loro programmazione; e nei confronti degli enti locali per incentivare e migliorare la capacità progettuale al fine di poter spendere le risorse a disposizione.
Con il Dpef 2009 sono state attivate tre nuove linee di investimento: sono stati raddoppiati i fondi a disposizione per la raccolta differenziata (20 milioni), ci sono maggiori risorse per l’assetto idrogeologico e la fornitura di acqua (30 milioni), sono previsti nuovi interventi in campo ambientale e per le infrastrutture a sostegno dell’economia.

Inserito da enzo , venerdì 25 luglio 2008 alle 10:20 Commenti (3)

I COMMENTI
Commento di Preeti , venerdì 21 settembre 2012 alle 18:53
" per fare non servono i soldi, ma la forza melante e fisica, per fare certe cose;per dire e stabilire, i soldi possono aiutare, a fare cosa? a velocizzare i tempi che non so perche8 vengono prestabiliti "

Commento di enzo , martedì 29 luglio 2008 alle 00:07
" Grazie a te Fausto che mi aiuti a rendere più utile il mio blog!. In breve posso dirti che per tutto il 2009 le risorse del fondo saranno destinate ai non autosufficienti ultrasessantacinquenni; per i periodi successivi l'intenzione è invece quella di estendere anche agli altri non autosufficienti disabili. Ho deciso di scrivere un nuovo post su questo argomento che ti invito a leggere sulla home-page del sito. Lì troverai anche il testo della proposta di legge approvato dalla giunta, leggi l'art. 19, comma 1! A presto, enzo "

Commento di Fausto Forte , lunedì 28 luglio 2008 alle 16:00
" caro enzo leggo sempre con piacere la tua news letter e ti ringrazio per l' attività di informazione che svolgi sui lavori del consiglio regionale, attraverso il tuo blog.
Il relazione al DPEF approvato, potresti farmi capire meglio se le risorse destinate riguardano tutte le non autosufficienze o solo gli anziani non autosufficienti.
Grazie
Fausto "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: