Affrontando le sfide del futuro...


La Giunta Regionale ha approvato, pochi  giorni fa, una proposta di legge che istituisce un fondo regionale per potenziare le risposte assistenziali a favore delle persone non autosufficienti.
Il provvedimento si propone di azzerare entro il 2010 le liste di attesa per le residenze sanitarie assistite  che interessano attualmente 3300 anziani ma anche di aiutare le famiglie ad assistere un anziano presso la propria abitazione. A tal fine infatti si prevede di estendere i servizi di assistenza domiciliare a 16.ooo persone e di assicurare un bonus di 300 euro mensili per l’assunzione di 5.000 badanti. I familiari della persona non autosufficiente avranno, inoltre, la possibilità di  rivolgersi, per essere indirizzati a un percorso assistenziale personalizzato, ai 295 PuntoInsieme, sportelli di prima accoglienza e ascolto, che saranno aperti. Nonostante la riduzione delle risorse a livello nazionale, la Toscana prova ugualmente a garantire i servizi cominciando da chi è più in difficoltà. Un intervento fondamentale, considerato che gli anziani sono in Toscana un quarto della popolazione! Per quanto riguarda le risorse per l’anno 2008, sono previsti 31 milioni, di cui 21 dal fondo nazionale e 10 da risorse regionali; per l’anno 2009, 80 milioni, di cui 28 dal fondo nazionale e 52 da risorse regionali; per l’anno 2010 si confermano 80 milioni, anche in assenza di risorse nazionali.
Diciamo che per tutto il 2009 le risorse del fondo saranno destinate agli anziani (non autosufficienti ultrasessantacinquenni); per i periodi successivi l'intenzione è invece quella di estendere i servizi a tutti i casi di non autosufficienza.  C'è da dire però che fin da subito, in casi di particolare gravità, le risorse suddette potranno essere utilizzate a favore di non autosufficienti di altre fasce di età. Entro qualche mese doverebbero anche essere definite linee di indirizzo per l'individuazione di queste emergenze.
Sotto potete scaricare il testo della proposta di legge che approderà in Consiglio, per l'approvazione, subito dopo l'estate. Vi segnalo anche le relative schede di sintesi.

il testo della proposta di legge
>>> 
schede di sintesi  >>>

Inserito da enzo , lunedì 28 luglio 2008 alle 23:48 Commenti (1)

I COMMENTI
Commento di Sofiya , sabato 14 luglio 2012 alle 20:07
" Momas, dx e sx. Per chiarire, nlmuraatente secondo me. Il fatto che UB si dichiari esplicitamente di sinistra, e che sia l'unico movimento maschile a farlo fin dalla sua dichiarazione d'intenti, non credo autorizzi a classificare automaticamente gli altri movimenti come di dx. Al solito esistono sfumature, posizioni intermedie non esattamente definibili sul piano politico. Faccio un esempio per capirsi. Ms, di cui faccio parte, ha preso esplicita posizione a favore di alcune leggi fatte da Berlusconi come quella sulla fecondazione assistita, cosec come si schierf2 con la Lista Ferrara nel 2008 perche8 si era formata su un tema che e8 anche nostro. Basta questo per dire che MS e8 di destra? Sul piano politico non credo proprio. E anche se e8 non di sx nella misura in cui la sx si e8 sempre sistematicamente schierata su posizioni contrarie alle nostre su questi e altri argomenti (affido condiviso, diritti dei padri, quote varie etc. etc.), purtuttavia non ci siamo mai interessati di come i nostri singoli aderenti votano, e assicuro che c'e8 chi vota PD, chi B, chi Casini e chi non vota. Altro argomento, e questo si che dovrebbe essere oggetto di discussione, e8 se essere, per esempio, contro l'aborto e la fecondazione assistita eterologa o per donne single, oppure pensare che, per quanto distantissimi da tutti i maschi pentiti o femministi per convizione o convenienza, purtuttavia anch'essi fanno parte del campo maschile, significa essere culturalmente di destra. Chiaramente quec il piano della discussione sarebbe diverso, e con implicazioni che vanno oltre la politica comunemente intesa. Piano di discussione che implica anche il tema, secondo me molto interessante e da approfondire senza pregiudizi, del rapporto fra femminismo, comunismo, capitalismo, in senso pratico certamente, ma anche e sopratutto in senso culturale e, diciamo, filosofico.armando "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: