Contro il degrado e per la sicurezza urbana

Nel consiglio di giovedì scorso è stata illustrato il documento preliminare sulle politiche di sicurezza ubana per la nostra regione.
Quello della sicurezza è un problema estremamente complesso e non è certo sull’onda emotiva e nella convinzione di fronteggiare un fenomeno di emergenza che le istituzioni e la società civile possono riuscire ad offrire quelle risposte concrete che ogni cittadino comprensibilmente si attende.
Il tema è molto ampio, come ha detto il vicepresidente Gelli, tutelare la sicurezza significa operare in più discipline: le periferie e i modelli di urbanistica, i mutamenti demografici, le differenze culturali e religiose. Il bisogno di sicurezza coincide con forme di malessere sociale e di degrado urbano, si parla di ‘vulnerabilità’, la situazione in cui l’autonomia e la capacità di autodeterminazione dell’individuo sono minacciate.
Occuparsi di sicurezza urbana significa dunque non pensare ai "provvedimenti sceriffo", ma rafforzare la rete di solidarietà sociale, investire in sicurezza sociale,  sviluppo sostenibile, qualità della vita culturale e sociale delle nostre città.
"I quattro amici al bar" di cui vi ho parlato in qualche post precedente sono una chiara denuncia di qualcosa che manca nella costruzione del nostro tessuto sociale, del senso della comunità e dei suoi valori.
In allegato trovate il testo del documento che getta le basi per la nuova legge regionale.
documento preliminare >>>

Inserito da enzo , venerdì 28 novembre 2008 alle 13:20 Commenti (1)

I COMMENTI
Commento di Auth , domenica 15 luglio 2012 alle 02:13
" Oggi,24 ottobre 2009 hh1330,Al tg e8 stato reso noto,che "secondo" la Commissione Augustine la revsnioie e la tendenza per le prossime spese,progetti e quant'altro e8 al RIBASSO.io detesto l'eccessivo realismo.NON ha portato a nulla di buono.Se Cristoforo Colombo e il suo sponsor fossero stati realisti non si sarebbe scoperto l'America.E tutta la Storia Umana nello spazio non potre0 essere "sempre" all'insegna del realismo.Perche8? perche8 "tutti" sanno che raggiungere le stelle "sembra" impossibile.perche8 in fin dei conti cosa ci andiamo a fare su delle palle di roccia?Ecco questi sono argomenti IDIOTI.Ristretti e pure SUICIDI.E' un suicidio per l'Umanite0 NON andare nello spazio e tentare colonizzazioni,esplorazioni e cose che per ora sembrano assurde e non economicamente produttive.Cosa c'era di economico e vantaggioso nell'esplorazione da parte di COlombo?NULLA.Eppure 600 anni dopo siam qui a farci belli di quella che il 99% della gente di allora considero' una IDIOZIA DEMENZIALE.La Storia per fortuna dovrebbe INSEGNARE a guardare oltre.Vale a maggior ragione ora come allora.W la Luna,W le basi,W i razzi e W l'Atomica.Eccheccazzo.Giorgio da mezzocoronawaresky@hotmail.com "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: