Firenze alluvionata

Ma quello che sta venendo fuori di importante dall'indagine ora esplosa, non è tanto la corruzione, ma il metodo di gestione del potere e della progettualità portato avanti dagli uomini del Pd nelle istituzioni. Una gestione elitaria, non collettiva, decisa tra cene e caminetti, quasi mai trasparente, riottosa al prestare orecchio alle critiche, infastidita dai controlli e spesso arrogante con chi, come nel caso del Multiplex di Novoli, sollevava legittimi dubbi. Parole non di un oppositore, ma di un militante doc, il mitico Bobo, anima critica e perbene della sinistra tradizionale riformista. Le sue parole sono ancora più pesanti dopo la pubblicazione delle intercettazioni di alcuni amministratori PD di Firenze e chiacchierati uomini d’affari. Io non conosco personalmente le persone in discussione ma la fiducia rimane intatta, credo ancora in una classe dirigente, quella della sinistra italiana, in gran maggioranza perbene, onesta. Ma anch’io penso che oramai disinvoltura nel trattare la cosa pubblica, scarsa progettualità e programmazione e cinico, arrogante uso del potere pervadano con troppa leggerezza sul nostro operare. Oramai è prevalente vedere molti di noi che invece di far rete con la società civile fanno a gara a partecipare a convention, briefing, meeting ed amenità simili con Fondazioni e sistemi economici e di potere. Un esempio empirico? Guardate la quantità e la qualità di partecipazione dei nostri gruppi dirigenti ad una iniziativa del sindacato piuttosto che ad una corrispondente iniziativa di confindustria o di qualche banca. Provare per credere! Non credo ci sia più molto tempo per rimettere in navigazione il nostro barcollante bastimento. Dobbiamo celermente cambiare tutto il comando dell’equipaggio, credo ad ogni livello, e dare responsabilità e conduzione a nuove risorse. Se continuiamo così ci saranno naufraghi, qualcuno riuscirà ad afferrare la scialuppa di salvataggio, ma i più continueranno a danzare mentre tutto si immerge. L’ho detto più volte in questi giorni, quando io mi iscrissi al PCI c’erano dei giovani dirigenti che ambivano a guidare il partito ed erano già ai massimi livelli :Veltroni e D’alema. Sono passati 30 anni e ci sono ancora loro che si competono. Saranno sicuramente bravi, intelligenti, i migliori... ma che miseria se non sappiamo esprimere altro!

Inserito da enzo , venerdì 28 novembre 2008 alle 13:21 Commenti (11)

I COMMENTI
Commento di Toni , venerdì 21 settembre 2012 alle 14:36
" 8 marzo: un mix di autocelebrazione, vsitimitmo e consumismo un pf2 per tutti i gusti( se non circolassero tanti quattrini questa festa sarebbe scomparsa da un pezzo).Autocelebrazione( siamo pif9 brave, pif9 istruite, pif9 capaci )e vsitimitmo( ma siamo discriminate, violentate, offese nella nostra dignite0, a questo proposito basta mostrare una minigonna in tv, non ci vuol tanto). Tutto attorno il solito coro maschile politicamente corretto, ben espresso dal Presidente della Repubblica.Spostandosi da un canale televisvo all'altro il solito piagnisteo: registe, giornaliste, professoresse universitarie, figlie di pape0 che piangono miseria.Poi ci sono anche le donne, non tante a dire il vero, che non chiedono privilegi di genere, scorciatoie, agevolazioni, ma diritti per tutti: a queste va il mio apprezzamento. Le altre, procedano pure nel loro cammino, mi auguro con sempre meno uomini attorno. "

Commento di Marco Masini , giovedì 11 dicembre 2008 alle 14:27
" Purtroppo non riusciamo a far tesoro degli errori e nemmeno prendere spunto da esempi positivi più o meno recenti.
La forza positiva delle primarie, quella che oggi possiamo purtroppo definire "illusione" di novità, l'energia di sapere di essere dalla parte giusta, sono ormai decantate in un sonno di ordinaria gestione del potere.
In America ha vinto Obama nonostante i tanti pregiudizi razziali, perchè ha avuto il coraggio di rompere con i poteri forti, parlare alle classi più disagiate, aprire a tematiche sociali e proporre soluzioni che alcuni in America hanno definito "comuniste". La Lega prende consensi, perchè vicina al suo popolo, si fa bandiera di battaglie spesso deplorevoli, ma sicuramente coraggiose.
Zapatero si è messo contro il potente clero Spagnolo, ma si è riconfermato leader, perchè simbolo di novità!
Noi ci preoccupiamo di tenere tutti a bordo con il timore di perdere qualche punto percentuale di consenso con il risultato di non avere un'identità, un'anima, una strategia.
Cosa abbiamo da spartire con Villari?
Perchè dobbiamo preoccuparci di Rutelli che dopo avere perduto anche nella corsa a sindaco di Roma, addirittura contro Alemanno, dovrebbe avere il buon senso di fare qualcosa diverso?
Manca il coraggio di fare scelte importanti! Finora ammettiamolo, abbiamo fatto una politica ed un'opposizione mediocre. Abbiamo addirittura permesso alla destra di speculare sulla "questione morale della sinistra"!
Dobbiamo compattarci su valori comuni quali pari opportunità, laicismo, ambiente, solidarietà, garanzia del pluralismo e della democrazia.
Portiamo avanti un processo di rinnovamento radicale della nostra classe dirigente e lottiamo affinchè le primarie VERE siano lo strumento di selezione.
Nonostante tutto ci siamo, siamo tanti, tantissimi che hanno voglia di novità e credono in una nuova sinistra democratica e riformista.
Yes, We Can!
"

Commento di David , sabato 6 dicembre 2008 alle 23:48
" STIMA "

Commento di Angela Terzani , martedì 2 dicembre 2008 alle 18:47
" NewsletterBravo! mancava proprio una voce così
> Un abbraccio
> angela terzani "

Commento di marco baldi , martedì 2 dicembre 2008 alle 13:35
" c'è molta verità nelle cose che dici, condivido ed apprezzo il tuo sfogo. caro enzo faccio sempre più fatica a continuare a credere nella politica e nei politici "

Commento di Fabio , martedì 2 dicembre 2008 alle 12:09
" Condivido al 100%; Enzo il tuo è un vero e sincero impegno verso la società e verso i cittadini che rappresenti bravo continua così. Per quanto riguarda la situazione del partito, penso però che non vi sia peggior sordo di chi non vuol sentire. Un anno fà i vertici dell'attuale PD mi sembravano animati da ben altro spirito e da ben altri principi; i costi della politica, le riforme, i conflitti di interessi, i privilegi delle "caste", si delle caste al plurale perché non vi è solo la casta politica in Italia, ma un vero proprio sistema di caste che chiude spazi soprattutto ai giovani ed all'iniziativa. Penso a moltissime categorie professionali quali Notai, avvocati, commercialisti, ecc., ai tassiti, ecc.. Mi domando sempre di più DOVE E' IL NUOVO??? Negli UOMINI?? Nelle IDEE?? Nei FATTI? Nel modo di FARE POLITICA? Nel rapporto con la SOCIETA'? Nel proporre veri CAMBIAMENTI? La lotta continua............. purtroppo solo per il potere non per cambiare e per assicurare un futuro migliore ai nostri figli.
"

Commento di guelfo , martedì 2 dicembre 2008 alle 10:24
" Grazie Enzo : è molto utile mettere in mostra le nostre osservazioni. Ci fa sentire meno soli. Mi scuso e provo a dire sul merito.
Quella su Firenze è "una alluvione" ? Non credo. Mi pare piuttosto una pioggia acida che fa da sfondo ad anziani signori che pensano di fare il loro scuotendo la testa e sparlando di guerre fratricide. In altre parole si butta il bambino pur di tenere l'acqua sporca. Traduco : il bambino è il PD che a parole in molti hanno a cuore, a cui a parole abbiamo dato vita, che a parole sta facendo una campagna di tesseramento e che a parole sarebbe aperto al confronto e alla selezione attraverso una pratica che si chiama "LE PRIMARIE". A parole. E' il PD. la sua credibilità, la sua possibilità, che sono in gioco e tra noi, soprattutto in Toscana sono davvero molti quelli che remano per lidi più prossimi, più conosciuti, più pratici, quali gli "accordi" con i "gruppi dirigenti" per una nuova lettura di una vecchia coalizione di centrosinistra.
Proviamo a distrarci: proviamo ad ascoltare la domanda che nei fatti esprime un bisogno di Sindaco per la città di Firenze. Non dico di nuovi indirizzi programmatici frutto di mediazioni ipocrite, no, abbiamo già dato. Dico di Sidaco dei cittadini, modello Chiamparino, modello capacità di presidiare i fatti, di modificare la routine cinica e bara, di dare speranza, di sognare e sfidare le brutte pratiche e le cattive abitudini.
Tutto questo nello scontro delle primarie di Firenze c'è. E non dirò questo o quel nome come fa Bobo, il lagnone peloso. No ! Dico che è nelle primarie, nella partita che da senso al PD, la speranza di quel ricambio o rinnovamanto a cui anche tu mestamente alludi.
Fatti coraggio e stiamo allegri. Se non lo facciamo noi che siamo un carro passato da tempo.
Un bacio.
Guelfo "

Commento di ludovico guarneri , martedì 2 dicembre 2008 alle 10:04
" Caro Enzo
mi hai tolto le parole di bocca, Hai tralasciato il fatto che ci si indigna e strappa le vesti per sky e sitralascia il fatto che mentre il mondo dopo l'elezione di Obama pensa di dirigersi verso un'economia etica ed ecologica il governo taglia gli aiuti per le aziende e i privati che vogliano investire in energia rinnovabile. Speriamo davvero che oltre alla base ti ascoltino anche da lassù nell'olimpo fra una riunione con le banche e la presentazione di un libro di Vespa.
Un abbraccio Ludovico "

Commento di nuto , martedì 2 dicembre 2008 alle 01:01
" Bravo enzo. il problema è: visto che nonostante ripetuti rovesci e le pessime figure (con che coraggio qualcuno ha parlato di conflitto di interesse per la recente questione iva-sky tv, come se in 7 anni di governi di centrosinistra non ci fosse stato il tempo per risolvere il problema!!!) questi detentori della verità, che continuano a dettare l'agenda del sedicente centrosinistra, continuano a proporsi come unica possibilità di scelta e non seguono l'esempio di quei politici che, nei paesi civili, una volta perse le elezioni si tolgono dai proverbiali tre passi...che ci rimane da fare?! purtroppo, evidentemente, il "partitismo" ha sclerotizzato una situazione che per loro è di comodo e che, alla base, provoca una costante disaffezione della gente. Io mi chiedo cosa aspettano ad interpretare certi segnali...forse di perdere, dopo bologna e roma, anche firenze. Ma forse non basterebbe, visto come hanno trasformato le sconfitte (reali) in vittorie (mediatiche) nel passato, recente e meno, proclamandosi comunque come inestimabili ed insostituibili difensori dei nostri valori. Salvo poi tradirli gattopardescamente, con indulti, promozioni per chi aveva gravi responsabilità nei fatti della diaz e di bolzaneto, inazione nei confronti di berlusconi che, per tutti tranne che per i nostri "ricercatori di dialogo", altro non è che un reale pericolo per la democrazia.
Un abbraccio "

Commento di paolo , lunedì 1 dicembre 2008 alle 21:40
" Caro Enzo,
ti fai onore come sempre, purtroppo mi pare che nel PD non ci sia niente del nuovo che era stato promesso.
E'molto coraggiosa la tua posizione, se ti "fanno fuori", politicamente s'intende, potresti fondare un partito di centrosinistra della speranza ..... e molti sarebbero con te. "

Commento di Martina Manzuoli , lunedì 1 dicembre 2008 alle 19:21
" grazie Enzo, per aver espresso pubblicamente ció che molti di noi sentono dentro. mi hai letto nel cuore e nel pensiero. Continua cosí. "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: