...ancora da Belèm

Si chiudono le porte del più grande ed interessante appuntamento dell'America Latina. Giovani, tanti giovani, amministratori, capi di stato, uomini e donne della cultura e delle scenze in tanti per dare un contriibuto alla salvaguardia ambientale, sociale, pacifica di questo nostro mondo....partendo dall'Amazzonia.
L'ultimo appuntamento, sicuramente uno dei più suggestivi e partecipati la grande Corrida pela solidariedade della UISP, migliaia di partecipanti per le starde più povere di Belem
nella foto con me e Marco la vice presidente nazionale della Uisp Stefania Marchesi
Inserito da enzo , domenica 1 febbraio 2009 alle 13:47 Commenti (3)

I COMMENTI
Commento di Fatma , venerdì 21 giugno 2013 alle 01:43
" DOMENICA 3 GIUGNO PODENZANO (PC) Campionato Nazionale della Consulta su stradaMa a cosa serve la Consulta?In qutesi ultimi mesi la Consulta Nazionale Ciclismo ha tenuto con il fiato sospeso numerosi ciclisti e altrettanti organizzatori. Ha di fatto messo in ginocchio un'associazione che ha dominato il ciclismo amatoriale per 60 anni. Ma chi c3a8 la Consulta e a cosa serve?I componenti la Consulta Nazionale CiclismoIn qutesi ultimi mesi, relativamente al caso Udace, abbiamo visto l'apparizione di un organismo, la Consulta Nazionale Ciclismo, che ha avuto la forza di piegare un'associazione che ha e2809cdettato leggee2809d nel mondo amatoriale per 60 anni. Ma chi c3a8 questa fantomatica Consulta?I compiti prioritari di tutti gli aderenti alla Consulta Nazionale per le attivitc3a0 cicloturistico-amatoriali, da come apprendiamo dal suo statuto ,, sono la salvaguardia della sicurezza durante lo svolgimento delle28099attivitc3a0; la tutela sanitaria dei tesserati con adeguate visite medico-sportive annuali, la copertura assicurativa e modalitc3a0 di tesseramento, la sicurezza nelle28099organizzazione e nella gestione delle diverse attivitc3a0 ciclistiche; del rispetto reciproco delle squalifiche, di lotta al doping e di campagne di incentivazione delle28099uso della bicicletta, del turismo sportivo e di valorizzazione del ciclismo a carattere cicloturistico-amatoriale, comunque non professionale.La Consulta Nazionale c3a8 composta dagli Enti di promozione e F.C.I. che aderiscono alla stessa tramite comunicazione ufficiale da parte del legale rappresentante e che, alle28099atto stesso di adesione, ne nomina il rappresentante ufficiale, con facoltc3a0 di surroga.Quindi la Consulta non c3a8 altro che un'associazione dei rappresentanti dell'attivitc3a0 ciclistica CICLOTURISTICA-AMATORIALE dei vari Enti di Promozione Sportiva (che ricordiamo essere polisportivi) e della Federazione Ciclistica Italiana.Quindi, cosa ci aspettiamo, noi ciclisti, dalla Consulta, oltre che costringere Udace a seguire le regole?Ci aspettiamo un'uniformazione del nostro mondo. Chi pratica il ciclismo amatoriale in tutte le sue forme (corse a circuito, granfondo, randonnc3a9e, mountain bike, ecc) ben conosce il marasma che regna sovrano tra i vari Enti, a partire dalle semplici categorie, dove ognuno ha le sue.Ma poi ci si aspetta un'uniformitc3a0 dei calendari e di eventuali campionati, evitando cosc3ac concomitanze fastidiose, sia per gli organizzatori che per i ciclisti, di manifestazioni messe in piedi da Enti diversi nella stessa domenica a pochi chilometri di distanza.Ultimo, ma non per importanza, o come direbbero gli anglofoni e2809clast, but not leaste2809d, tutti i meccanismi del doping e delle relative squalifiche.Temi non sempre semplici da affrontare, che necessitano proprio dell'attivitc3a0 della Consulta: mettere d'accordo 11 organismi (tanti sono i suoi componenti) non c3a8 certo cosa facile, ma ora c'c3a8 un precedente.Cosc3ac come l'unanimitc3a0 ha regnato sovrana nel caso Udace, ben sappiamo che con la buona volontc3a0 si possono portare avanti anche gli altri temi.Ma in effetti la Consulta non sta proprio dormendo e il Campionato Nazionale della Consulta che si terrc3a0 a Podenzano (Pc) i prossimi 2 e 3 giugno ne c3a8 la prova. La manifestazione infatti, non solo metterc3a0 sullo stesso piano ogni tesserato per un organismo della Consulta, ma soprattutto, a livello locale, non avrc3a0 altre manifestazioni dello stesso tipo concomitanti.Tutto questo per merito degli EPS della provincia di Piacenza che, per primi sul territorio nazionale, hanno dato vita alla Consulta Territoriale, un organismo fortemente appoggiato dalla Consulta Nazionale. Questo cosa significa? Che tutti gli enti della provincia di Piacenza si sono messi d'accordo per portare avanti in forma comune il ciclismo amatoriale, invece che farsi la guerra come spesso accade!Visti tutti qutesi buoni propositi, noi ciclisti e/o organizzatori non possiamo che esserne felici, avendo davanti un futuro di collaborazione tra le parti e, si sa, che l'unione fa la forza.Cic3b2 che auspichiamo perc3b2, c3a8 che tutto questo entusiasmo non sia solo un fuoco di paglia, mosso dal momento e2809cdi passionee2809d del caso Udace. Sicuramente questo ha dato una svolta in seno alla Consulta, che non l'abbiamo mai vista cosc3ac attiva, unita e soprattutto comunicante verso il mondo dei pedalatori, bensc3ac che sia l'inizio di una lunga e proficua attivitc3a0 nazionale e, perchc3a9 no, anche territoriale.Sull'onda di Piacenza, speriamo che sempre pic3b9 province costituiscano una Consulta Territoriale al fine di portare avanti questo nostro Mondo, faticoso, ma splendido, nel migliore dei modi.So per certo che le prossime attivitc3a0 della Consulta saranno rivolte verso il tema del doping e l'assunzione congiunta delle squalifiche, evitando cosc3ac tristi episodi come il mancato annullamento di una vittoria in una gara FCI in quanto il ciclista c3a8 stato squalificato da Udace (in tempi non ancora sospetti).Ad ogni modo, da parte nostra, non resta che fare i complimenti a tutti coloro che hanno voglia di creare e non di distruggere, a chi preferisce le sinergie piuttosto che le concorrenze: sperando che tutto questo non si perda in un nulla di fatto.1016 "

Commento di Akhma , sabato 14 luglio 2012 alle 03:35
" Leggendo l'intervista mi sn venuti i brviidi ..i nostri primi passi sulle ruote tassellate li abbiamo mossi quasi insieme .eri matto e lo sei ancora di piu' ora,ma sei anche una gran persona sempre pronta ad aiutare e consigliare chiunque te lo chiedesse,pronta a metterti in discussione in tutto e per tutto e capace di far voler bene dalle persone che ti circondano .eri pero' meno pronto ad ascoltare glia ltri specialmente quando siamo andati in pista a miscoso .hihihihihihihi .che assassino che sei ..sn veramente contento per te,TE LO MERITI TUTTO QUESTO,hai sempre fatto grandi sacrifici per ottenere cio' che volevi e questo e' il risultato ..GRANDE DINOOOOOOOOO ..(Juri) "

Commento di Shermaine , venerdì 29 luglio 2011 alle 18:00
" Son of a gun, this is so helfpul! "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: