Losers...

"L'Italia non è un paese per giovani"
E' il titolo di un Focus su generazioni a confronto pubblicato oggi dal Corriere della sera sulla base dei dati del CNEL.
"(...) Losers cioè perdenti, come spiega il sociologo francese Louis Chauvel. Uomini e donne che hanno studiato più dei loro genitori, teoricamente hanno trovato un lavoro migliore. Ma che in realtà guadagnano meno di loro, devono rinunciare allo stile di vita nel quale erano cresciuti e magari farsi ancora aiutare da mamma e papà. Ecco, in questo, siamo quasi in testa alla classifica. Sei italiani su dieci, nella categoria under 30, fanno affidamento sul portafoglio dei genitori. In Europa solo la Spagna è messa peggio di noi. Soltanto il 3 per cento dei figli degli operai riesce a diventare imprenditore, dirigente o libero professionista. E vista la situazione non è una sorpresa se i giovani italiani sono tra i più insoddisfatti d'Europa".

Inserito da enzo , giovedì 19 marzo 2009 alle 16:23 Commenti (3)

I COMMENTI
Commento di Tim , sabato 8 dicembre 2012 alle 14:49
" That's not just the best answer. It's the besstet answer! "

Commento di Karen , venerdì 20 aprile 2012 alle 22:02
" Si puf2 partecipare rhciiedendo l'iscrizione al singolo workshop a partire dalla documentazione scaricabile nella pagine dedicata. Infatti in fondo al testo trovere0 la scritta maggiori informazioni . Inserendovi il proprio indirizzo email ricevere0 a stretto giro di posta elettronica le informazioni relative all'iscrizione. Se incontrasse problemi non esiti a contattarci ad oppure telefonando direttamente alla segreteria organizzativa 02 70639293 "

Commento di Kaden , giovedì 28 luglio 2011 alle 16:34
" That's not just logic. That's rlealy sensible. "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: