Non vedo, non sento, non parlo. E' legge!

Ricordate le telefonate di Moggi? O la nobiltà di espressione del “nostro” Vittorio Emanuele di Savoia? Oppure i furbetti del quartierino…oltre naturalmente alle spensierate telefonate del nostro Prseidente del Consiglio...ricordate? Moltissime le pagine di corruzione, malasanità e malaffari vari del nostro volgare e ricco malcostume italiano sarebbero rimaste protette dalla legge che ieri la maggioranza ha voluto approvare. Quante inchieste giudiziarie prima di tutte quelle di mafia saranno adesso messe a rischio? Con questa legge nessuno avrebbe pubblicato nulla e quindi nessuno letto alcunché.  Priorità per il Paese, ha detto il Governo, peccato che crisi economica, precarietà del lavoro, incertezza sul futuro dei nostri giovani, tutti questi enormi problemi assieme a molti altri siano tutti ancora in attesa che il Governo ne adotti dibattito nelle aule parlamentari, interventi e soluzioni. La libertà ha ancora una nuova pagina su cui piangere.

Inserito da enzo , venerdì 12 giugno 2009 alle 08:39 Commenti (1)

I COMMENTI
Commento di Ghisel , venerdì 21 giugno 2013 alle 05:50
" Belle, belle, belle! Scontato dirlo, ma questa foto e8 l'essenza dell'amore matnero, basta osservare il tuo sguardo pieno di dolcezza e protezione!Avendo avuto il piacere di trascorrere un'intera giornata con Stella, non posso che associarmi al pensiero di Alessia; oltre ad avere la grazia e l'eleganza della mamma, e8 cosec dolce e delicata (grazie anche alla sua timidezza, che non sempre e8 un difetto, anzi!) che difficilmente perdere0 il suo candore, ne sono certa.Fili, hai tutti i motivi per essere orgogliosa di lei, sei davvero fortunata! Hai un fiore preziosissimo, continua a coltivarlo come stai facendo! Tu e Daniele state facendo un gran bel lavoro! Bravi!Oggi doppi baci, uno per te e uno per la Pulce! Lety "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: