Attenzione... ai "mal d'aree"!!!

Riunioni, incontri più o meno aperti, convention su convention, editoriali, facebook, newsletter, interviste, messaggini. Ogni cosa è buona per far arrivare l’adesione dell’uno in sostegno dell’altro, la riflessione del tale a censura del ragionare del tal’altro. C’è davvero un gran fermento nel Partito Democratico! Nei mesi prossimi saremo chiamamati ad esprimerci con il voto su, su di segretario in segretario. Un vero votificio. Che rabbia che le elezioni sian passate: fossimo stati così attivi anche allora!
Adesso nascono aree per sostenere le candidature ad ogni livello: nazionale, provinciale, regionale,... probabilmente anche nei comuni ancora aree di sostegno contrapposte…
- Speriamo che con tutte queste aree si riesca a fare anche un po’ di volume! - ha sentenziato preoccupato Casali, un vecchio militante! 
State certi che adesso, ovunque ci troviamo, ad una iniziativa o in una delle sedi del PD (in questo periodo piuttosto malconce per la verità) ci sarà qualcuno che prima o poi ci chiederà se stai per Franceschini o per Bersani. Io che ho trovato sempre un po' stretto anche il Partito ed ho avuto ogni volta molta difficoltà ad incunearmi in quella mozione piuttosto che nell’altra, anche stavolta vivo la stessa sensazione. Mi piace perciò rispondere con una metafora che mi pare, per quanto mi riguarda, calzante. Da Franceschini, comprerei con tranquillità una macchina usata, convinto che non sarei imbrogliato. A Bersani, mi rivolgerei senza esitare qualora la mia macchina fosse in panne per farmela riparare e rimettere in pista, convinto che è uno che sa come si fa.
Ma poi mi chiedo: perché non provare a pensare che il "nuovo" ha sempre qualche punto in più dell’usato? Che il nuovo può contare sulle esperienze fatte, ma anche sulle innovazioni che sono sopraggiunte? Insomma... siamo sicuri che non sia più utile, sia pure con qualche iniziale sacrificio, acquistare una macchina nuova? 

Inserito da enzo , martedì 7 luglio 2009 alle 23:38 Commenti (5)

I COMMENTI
Commento di Johnette , venerdì 21 settembre 2012 alle 19:36
" What a great reosruce this text is. "

Commento di leo , martedì 14 luglio 2009 alle 17:55
" Io credo che sia il caso decisamente di schierarsi per il NUOVO, ma in senso pieno, nel senso di non appartenenza a correnti, aree, ex di qua, ex di là... un partito nuovo ha bisogno di una sua linea: merito, laicità, legalità, inclusione sociale. SOSTENIAMO MARINO!!!!!!!!! "

Commento di Luca , venerdì 10 luglio 2009 alle 01:51
" ottimo ragionamento! ma cosa dici di Marino? "

Commento di simone , giovedì 9 luglio 2009 alle 23:33
" bravo enzo, sei sempre il migliore "

Commento di GUELFO , giovedì 9 luglio 2009 alle 11:54
" La tua nota è arguta e disperata come capita ormai da tempo a molti di noi. Alla bipolarità della tua metafora aggiungerei, per amor di cronaca, Marino. Di cui certamente saprai. Potremmo per esempio non comprare una macchina né usata, nè nuova, ma proseguira a piedi. Lasciando il tempo e il modo d'incontrarci ad ognuno e lasciando ad ognuno la scelta e la possibilità di unirsi a noi. "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: