Immegersi nel mare degli etrsuchi

Venerdi 18 settembre 2009
Piombino (sala del Museo del Castello)
Prima sessione - ore 9.30-13.00

Saluti delle autorità

Presentazione
Enzo Brogi
Presidente V Commissione “Attività culturali e turismo”

Relazioni
Giovannangelo Camporeale
Università di Firenze - Presidente dell’Istituto Nazionale
di Studi Etruschi ed Italici
"Porti e infrastrutture portuali nell’Etruria antica"

Simona Rafanelli
Museo civico di Vetulonia - Castiglione della Pescaia
“Miti e divinità del mare, creature simbolo e fantastiche del mare”

Silvia Guideri e Marta Coccoluto
Parchi Val di Cornia
“Una città etrusca sul mare. Il Parco Archeologico di Baratti e Popolonia”

Domenica 20 settembre 2009
Orbetello (Auditorium Comunale)
Seconda sessione - ore 9.30-13.00

Saluti delle autorità

Presentazione
Aldo Manetti
Presidente II Commissione “Agricoltura”

Relazioni
Stefano Bruni
Università di Ferrara
“Le navi antiche di Pisa”

Giulia Pettena
Ricercatrice
“Navi Etrusche”

Stefania Fuscagni
Docente Universitario - Consigliere regionale
“Greci, Etruschi ed il Mediterraneo”

Paolo Giulierini
MAEC - Cortona
“La pesca in Etruria”

Inserito da enzo , mercoledì 16 settembre 2009 alle 23:17 Commenti (3)

I COMMENTI
Commento di Romina , domenica 9 dicembre 2012 alle 03:31
" Gaetano, la definizione e8 siucmarente appropriata! Opere d'arte sono ovunque... io sono addirittura entrata in una banca che esponeva opere d'arte visibilissime dalle porte a vetri......La pausa e8 pif9 lunga del previsto ma dovrei riprendere a postare presto... intanto spero di distrarmi per questo weekend.Un caro saluto "

Commento di Rosa , sabato 8 dicembre 2012 alle 11:06
" Buon Giorno Carissima Anna,quante meravigliose belle atvittarte localite0 ci sono nella nostra amata terra, cosec come in parte del mondo. Quanta Storia, quante lotte, quante emozioni sono uscite fuori da quelle antiche mura. Oltre alla grandezza dell'opera, di sicuro in molti ci rapportiamo con le vibrazioni interiori del nostro cuore nel visitare la nostra stessa storia passata. Spesso non e8 quella sensazione normale dell'apprezzare qualcosa, ma quella strana sensazione diversa dall'ordinario che ci fa vibrare dentro, in modo diverso, come una gioia, un pianto senza motivo o un ricordo senza tempo. E' quella impensata, non valutata, non capita trascurata sottile vibrazione che ci lega al nostro passato e a tante cose care in cui il nostro passato e8 legato ora. Ciao Carissima, spero tanto che la tua pausa sia per gioire di qualche bella pianificata vacanza. "

Commento di Reegan , giovedì 28 luglio 2011 alle 16:29
" I might be beating a dead horse, but thank you for pstoing this! "

INSERITE IL VOSTRO COMMENTO
Nome*:
E-mail:
  Bold Italic Underline
Commento*:
(max. 5000 caratteri)
Conteggio caratteri: